1 Commento

  • Serra Pistoiese, la montagna morbida
    Viaggiare con lentezza è stato definitivamente consacrato come una delle tendenze più in voga nel turismo degli ultimissimi anni, tanto che alcune aree hanno cercato di re-inventarsi per inserirsi in questa traiettoria. Atri territori invece non hanno fatto altro che (far) riscoprire la loro naturale vocazione al turismo “slow”, consapevoli di poter occupare a pieno titolo l’Olimpo delle destinazioni autenticamente “dolci”. Serra Pistoiese detiene appieno questo primato, da quando, negli anni Sessanta, veniva scelta come meta di villeggiatura da tante famiglie delle città circostanti.
    Oggi come allora non è difficile capire i motivi di questa predilezione. Il tempo qui sembra essersi davvero fermato: le giornate sono scandite dai ritmi della natura e la piazza ha saputo conservare la sua identità di luogo deputato alla socialità, offrendo una dimensione idilliaca tra natura e cultura. L’aria che si respira è fresca ed inebriante: lontana dallo smog e dal caos, Serra Pistoiese restituisce ai sensi ciò che le grandi città hanno sottratto. Il cielo, in inverno come in estate, prende il blu intenso dello zaffiro, le nubi bianche accarezzano i monti che si aprono a ventaglio davanti al borgo di case in pietra. L’arrivo in questo angolo nascosto della Toscana offre uno spettacolo sublime: viuzze selciate in pietra serena corrono tra le case, intersecando piazzette con balconi fioriti, archi e stemmi, e disegnando su tutto il crinale un paese medievale. A Serra bastano una semplice passeggiata nei boschi o un suggestivo percorso di trekking a conciliare pace e ispirazione. Di questa preziosa conquista, se ne sono accorti diversi affezionati di questo paesino, per la maggior parte professionisti, che approfittano del silenzio che domina questo magnifico scenario per schiarire i pensieri e trovare la giusta concentrazione da dedicare a qualche ora di lavoro. Serra Pistoiese incarna davvero la meta turistica ideale dei nostri tempi, perchè, se il suo “isolamento” territoriale assicura relax autentico, un buon collegamento con le città vicine e l’installazione della WiFi ne fanno un borgo che non vuole perdere il contatto con il mondo esterno. Basti pensare che questa piccola località, sin dal 2009, ha voluto (e saputo) sfruttare le inedite opportunità di comunicazione contentite dal web 2.0, aprendo la sua pagina Facebook ufficiale che conta una numerosa comunità di fan molto attivi.

    http://www.serrapistoiese.it