Browsing "arte contemporanea"
Mar 20, 2015 - arte contemporanea    No Comments

Firenze: Otto mostre

Firenze, Segni, solchi e scavi mnemonici nelle astrazioni di Giulio Repulino info…
  [da venerdi – fondazione circolo rosselli]

Firenze, Andate in Pace info…
  [da sabato – fsmgallery]

Firenze, Andrea Settembrini – I segni e la luce info…
  [da sabato – plus florence]

Firenze, Elisabetta Sperandio – L’eros della bellezza info…
  [da sabato – plus florence]

Firenze, Fosco Bertani – Dal chiarore dell’alba info…
  [da sabato – plus florence]

Firenze, Gianni Simonutti – Fra gli incroci del tempo info…
  [da sabato – plus florence]

Firenze, Loi di Campi – Novelle Architetture info…
  [da sabato – plus florence]

Firenze, New Media Art from Korea info…

exxibart
  [da sabato – le murate. progetti arte contemporanea]

Firenze, Paolo Ghilarducci – Continuità del cuore info…
  [da sabato – plus florence]

Firenze, Vincenzo Mascia – Mondi Architetturali info…
  [da sabato – plus florence]

Mar 17, 2015 - arte contemporanea    No Comments

Capannori (LU): Vincenzo Muscatello

 

Foto Marco Palamidessi

 

Capannori ospita la prima mostra retrospettiva di Vincenzo Muscatello(1941-2014). Le opere del maestro lucchese di nascita e capannorese di adozione, recentemente scomparso, saranno in mostra nello spazio espositivo di Athena, in via Carlo Piaggia a Capannori, da sabato 21 marzo a venerdì 8 maggio.

Intitolata “Vincenzo Muscatello – l’arte e la vita, una cosa sola”, la mostra è promossa dal Comune e curata da Marco Palamidessi, autore fra l’altro di alcuni ritratti fotografici dell’artista, uno dei quali è esposto accanto alle 19 opere selezionate per l’importante occasione. L’esposizione di uno dei capostipiti della cosiddetta “Scuola lucchese” è un omaggio che l’amministrazione comunale vuole rendere ad uno dei suoi cittadini di maggiore talento artistico nell’ottica di promuovere la cultura locale. La mostra sarà inaugurata sabato 21 marzo alle ore 17.30.

Vincenzo Muscatello è nato a Lucca il 24 marzo 1941. Alla fine degli anni ’60 ottiene la cattedra di Figura disegnata al Liceo Artistico Statale e si afferma fra i capostipiti della cosiddetta “Scuola lucchese”. A partire dagli anni ’70 mostre personali e collettive lo impegnano sia a Lucca che in altre città italiane, riscuotendo ovunque consenso di critica e pubblico. Prodigiosa l’abilità di incisore e di grafico in genere di Muscatello, che raggiunge nella litografia risultati eccezionali, che lo collocano a pieno titolo fra i maggiori specialisti del Novecento italiano. Nei primi anni Novanta si ritira nella sua affezionatissima casa-studio di Pieve di Compito dove il 3 agosto 2014 muore improvvisamente. Della sua arte si sono occupati, tra gli altri, Antonio Lo Faro, Arianna Luporini, Corrado Marsan, Nicola Micieli, Marco Palamidessi, Mario Rocchi, Romano Silva.

@loschermo

Mar 16, 2015 - arte contemporanea    No Comments

Lucca: Anna Cecchetti

Un mondo tutto al femminile fatto di colore, passione e vita. Sono donne che si mettono in gioco quelle di Anna Cecchetti, che esprimono quella sensualità e gioia di vivere che sono anche il riflesso dell’artista stessa, e che combattono per i propri ideali. È di questo che l’artista fiorentina ci parlerà attraverso le opere che compongono la sua personale “Donna. Vita è amore”, che sarà aperta al pubblico nel Lu.C.C.A. Lounge&Underground dal 17 marzo al 6 aprile 2015, con ingresso libero. Argomento che sarà poi ripreso durante l’incontro con l’artista, condotto da Maurizio Vanni, giovedì 2 aprile alle ore 17,30.

 

“Anna Cecchetti – scrive Maurizio Vanni – ci racconta un cosmo femminile attivo, reattivo, fiero, curioso, intraprendente e volitivo. Le sue donne corrono, amano, volano, sorridono, danzano celebrando fierezza e sensualità. Ne risultano composizioni dove i corpi vengono esaltati da contrasti chiaroscurali che non nascondono pennellate decise, materia cromatica e contesti al limite della surrealtà. In alcune opere si ha come la sensazione che la scena sia frammentata e ricomposta per offrire punti di vista altri, per rompere ogni schema convenzionale alla ricerca dell’essenza della vita. In altre il racconto visivo esalta brandelli di vita attraverso un semplice fiore, o ritmando scene composite formate da momenti decisivi, unici e memorabili”.

 

Le donne della Cecchetti sanno cosa significa amare senza riserve, concedersi senza limiti, partecipare vite altre senza smarrire la propria identità: soffrire per amore vuol dire vivere momenti che giustificano un’intera esistenza. “I colori caldi – sottolinea Vanni – trasportano in dimensioni naturalmente oniriche, ma la fisicità e la sensorialità dei corpi ci accompagnano in un viaggio rituale che prevede una sola regola: amare noi stessi per essere capaci di amare gli altri. La vita è un percorso pieno di ostacoli, ma ricco di opportunità e soddisfazioni. La vita è scoperta e arricchimento. La vita è amore”.

 

Note biografiche di Anna Cecchetti

Nata a Pisa, vive e lavora a Firenze. Dipinge da sempre ed espone dal 1960. Allieva del Prof. Rinaldo Frank Burattin alla Scuola Libera del Nudo dell’Accademia di Belle Arti di  Firenze, si è dedicata alla ceramica con il Prof. Salvatore Cipolla e poi alla scultura lavorando a Pietrasanta nei laboratori artistici del marmo sotto la guida, tra gli altri, dello scultore Viliano Taraballa. Numerose sono le rassegne su invito e le mostre personali tra cui quelle tenutesi a Parigi, Mosca e Monaco di Baviera. Sue opere sono esposte nel Museo di Varsavia ed in collezioni private e pubbliche, come quelle del Consiglio Regionale della Toscana, del Comune di Fiesole, di Villa Caruso di Lastra a Signa, del Comune di Orosei, del Comune di Rieti, del Comune di San Roberto di Reggio Calabria.

Nello scorso decennio si è dedicata a ritratti di artisti fiorentini ed altri personaggi di rilievo, una cui selezione è stata presentata a Palazzo Vecchio a Firenze. Tra il 2008 e il 2009 ha donato un nucleo consistente di opere all’Istituto Ospedaliero Piero Palagi di Firenze, dove sono in esposizione permanente, e nel 2010 all’Ospedale Meyer di Firenze. Altri suoi lavori si trovano nell’Ospedale SS. Annunziata di Ponte a Niccheri, nell’Ospedale San Giovanni di Dio di Torregalli, nel Centro Ospedaliero di Careggi.

Il dipinto “Maratona di Firenze di San Giovanni Battista”, che si trova nella sede provinciale del CONI a Firenze, ha formato oggetto del grande murale realizzato in città in occasione dei Mondiali di Ciclismo del 2013. Nel 2014 per i suoi cinquant’anni di attività artistica, ha realizzato una mostra al Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi e un’antologica a Palazzo Medici Riccardi a Firenze.

 

 

 

 

 

Pagine:«1234567...307»