Lug 3, 2014 - fotografia    No Comments

Lucca: European Photo Exhibition Award

Uno scatto di Jan Brykczynski

STEFANO GIUNTINI per loschermo

 “New social”, la nuova società. E’ la crisi economica, la difesa dei diritti umani, esplorare i segni che rivelano mutazioni significative in termini di identità culturali, stili di vita, modi di comunicazione e di socialità. Sono le modalità di lavoro e le condizioni di partecipazione civica e politica, le culture locali, le questioni territoriali, i diritti e i doveri nel “nuovo mondo”melting pot.

Ma non solo: new social è il tema della seconda edizione dell’European Photo Exhibition Award epea02, la prestigiosa rassegna della giovane fotografia continentale promossa – dal 6 settembre al 6 ottobre, il Palazzo della Fondazione Banca del Monte a Lucca – dalla stessa FbmL (per l’Italia), assieme alla Fundção Calouste Gulbenkian (Portogallo), all’Institusjonen Fritt Ord (Norvegia) e al Körber-Stiftung (Germania).

La mostra – promossa da un bello spot visibile cliccando qua – è stata presentata questa mattina nel corso una conferenza stampa cui hanno partecipato Giuliano Nieri, vicepresidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Elizabeth Franchini, referente del progetto per la Fondazione BML ed Enrico Stefanelli, curatore della mostra.

I protagonisti dell’evento sono stati individuati tra i fotografi che vivono e lavorano in Europa e non solo (oppure principalmente in Europa) con l’obiettivo di promuovere artisti all’inizio della carriera, mettendo loro a disposizione strutture internazionali, stimolandoli a lavorare insieme e a confrontarsi con esperti del settore scelto, a scambiarsi opinioni e condividere i metodi di lavoro.

“Dalla pace globale alla difesa dell’ambiente, dai diritti delle donne a quelli degli immigrati, oggi stiamo assistendo sempre più alla comparsa di nuovi movimenti  che possiamo definire sociali, in quanto ispirati alla difesa dei diritti umani ‒ ha detto Nieri ‒. Lavorare su questi nuovi scenari sociali e presentarli al grande pubblico declinati attraverso l’occhio sensibile di fotografi giovani e con una provenienza e un background diversi, significa non solo sollecitare una riflessione importante ma anche stimolare la partecipazione democratica”.

La scelta dei 12 talenti europei 2014 è stata affidata a un pool di esperti nominati da ciascuna delle Fondazioni che hanno promosso epea. Si tratta di Rune Eraker(fotografo freelance, Oslo), Sérgio Mah (curatore e sociologo, Lisbona), Ingo Taubhorn (curatore presso la House of Photography / Deichtorhallen, Hamburg), mentre a rappresentare la Fondazione lucchese è stato anche questa volta Stefanelli, ideatore e direttore artistico del Photolux Festival.

“In questa seconda edizione – ha sottolineato –, i fotografi partecipanti sono chiamati a ritrarre i nuovi scenari sociali, lavorando su temi di forte attualità e cercando di esplorare i segnali rilevatori dei cambiamenti di identità culturale, di stili di vita, di modi di comunicare, in un’analisi critica dei nuovi modelli di partecipazione civica, sociale e politica”.

Stefanelli ha indirizzato la sua scelta su tre giovani ma già affermati professionisti:Simona Ghizzoni, fotografa dell’Agenzia Contrasto e vincitrice di ben due World Press PhotoMassimo Berruti, fotografo dell’Agence VU, vincitore di un World Press Photo nonché di altri prestigiosi riconoscimenti internazionali e il polacco Jan Brykczynski, giovane professionista facente capo al Collettivo Sputnik.

Gli altri selezionati sono Patricia Almeida (Portogallo), Eric Giraudet de Boudemange (Francia), André Cepeda (Portogallo), Linda Bournane Engelberth(Norvegia), Kirill Golovchenko (Ukraina), Arja Hyytiäinen (Finlandia), Espen Rasmussen (Norvegia), Stephanie Steinkpf (Germania) e Paula Winkler(Germania). Otto i Paesi rappresentati (nella prima edizione erano 5): Italia, Francia, Germania, Ucraina, Portogallo, Finlandia, Polonia, Norvegia.

Lucca: European Photo Exhibition Awardultima modifica: 2014-07-03T09:14:11+02:00da freguggia12
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento