Browsing "alta cultura"
Ott 9, 2014 - alta cultura    No Comments

Pontassieve (FI): Gli artisti della Valdisievee e del Valdarno Supeiore

Giovedi 18 settembre presso il Polo Espositivo Casa Rossa di Pontassieve è stato presentato, alla presenza del Sindaco di Pontassieve Monica Marini e dell’Assessore alla Cultura Carlo Boni, il libro “Artisti della Valdisieve e del Valdarno Superiore” edito da Toscana Cultura in coedizione con Masso delle Fate.
Oltre alla curatrice del volume Daniela Fontanazza, al direttore della collana Artisti in Toscana Fabrizio Borghini e all’addetta alle p.r. di Masso delle Fate Veronica Boldi, sono intervenuti numerosi artisti del territorio presenti nella pubblicazione. Ognuno di loro ha esposto, dal 18 al 23 settembre, una propria opera all’interno della Casa Rossa.
Nell’occasione è stato realizzato un servizio televisivo per la rubrica Incontri con l’arte di Toscana TV e un servizio fotografico da parte del fotografo Enrico Guerri.

Il libro è consultabile integralmente nella relativa sezione “Artisti in Toscana” reperibile presso la sede di Toscana Cultura aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

Ott 9, 2014 - alta cultura    No Comments

Firenze: Alla Fondazione Stensen

Fin dove è possibile modificare i confini della “natura”?
Con quali vantaggi e benefici, rischi e pericoli?
Disponiamo di adeguati strumenti di previsione e valutazione delle possibili conseguenze?

Sabato 11 ottobre 2014, ore 15:30 – Modera Federico LAUDISA
1) GENI NATURALI E GENI ARTIFICIALI – Creazione in laboratorio di nuove basi artificiali del codice genetico umano
Paolo VEZZONI (Dirigente di Ricerca dell’Istituto di Ricerca Genetica e Biomedica del CNR di Milano)
2) LA RICERCA SUL CODICE GENETICO UMANO – Problematiche etiche e giuridiche
Barbara BOTTALICO (Avvocato, Max Weber Fellow, European University Institute, Docente a contratto, Università Statale di Milano)

INGRESSO LIBERO fino ad esaurimento posti

A seguire:
Sabato 18 ottobre
2014, ore 15:30
1) LA MODIFICA DELL’ORGANISMO VIVENTE – Oltre la terapia genica
Paolo VEZZONI (Dirigente di Ricerca dell’Istituto di Ricerca Genetica e Biomedica del CNR di Milano)
2) LA RIPRODUCIBILITÀ DI PEZZI DEL MONDO BIOLOGICO – implicazioni bioetiche e sociologiche
Andrea CERRONI (Università di Milano-Bicocca)
Sabato 25 ottobre 2014, ore 15:30
1) MENTE E COMPUTER – Identità e differenze
Giuseppe TRAUTTEUR (Università degli Studi di Napoli Federico II)
2) NATURA E NATURALISMO – La ‘dissoluzione’ della normatività e dei confini tra scienza e filosofia
Federico LAUDISA (Università di Milano-Bicocca)

Per maggiori informazioni cliccare qui

Stensen|CINEMA
Venerdì 10 ottobre
Class Enemy (ore 16.50)
Io sto con la sposa (ore 19.00)
Inaugurazione Buio in Saladecima edizione della rassegna di cinema e psicoanalisi:

Her (ore 21.00) vo ing sott ita – con Fabio Castriota

Set 29, 2014 - alta cultura    No Comments

Firenze: Dalle cupole nel mondo

 

a cura di Roberto Corazzi

Dal 29 settembre al 10 ottobre 2014 Firenze ospiterà, al Palazzo Coppini – Centro Studi e Incontri Internazionali (via del Giglio 10), una mostra dedicata alla Cupola del Brunelleschi, uno dei simboli di Firenze la cui realizzazione non è più avvolta nel mistero. L’evento, dal titolo “Dalle cupole nel mondo alla cupola del Brunelleschi”, è a cura di Roberto Corazzi, uno dei massimi esperti internazionali in materia.

Un affascinante viaggio alla scoperta dei segreti della Cupola di Santa Maria del Fiore, che negli anni è stata al centro di numerose teorie in merito al suo funzionamento statico: Brunelleschi infatti non ha lasciato alcuna testimonianza sulle modalità di costruzione del suo capolavoro e le ricerche effettuate finora sono terminate con una vasta bibliografia ricca di ipotesi ma povera di dati sperimentali. L’esposizione darà la possibilità di conoscere, anche attraverso plastici e riproduzioni in scala, gli studi passati e quelli più recenti, curati appunto dal professor Corazzi, che hanno permesso di accertare la composizione dei materiali, l’aspetto strutturale, materico e la geometria che il Brunelleschi ideò per realizzare la Cupola.

Di grande interesse inoltre il confronto con altre cupole fiorentine e con costruzioni affini antiche e moderne di tutto il mondo. Per tutta la durata della mostra, un gruppo di esperti illustrerà ai visitatori i modelli presentati e le varie sezioni, in una panoramica straordinaria fra le cupole di Paesi diversi per collocazione geografica, storia, tradizione e fede religiosa.

Roberto Corazzi, laureato in Architettura, già professore ordinario presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze, è uno dei massimi studiosi di Brunelleschi e della Cupola di Santa Maria del Fiore. È stato membro del Collegio di Dottorato di ricerca in Rilievo e Rappresentazione dell’Architettura e dell’Ambiente e del Consiglio Scientifico dell’Istituto Italiano dei Castelli. Autore di numerose pubblicazioni inerenti la geometria e il recupero di manufatti architettonici rilevati con strumentazioni tecnologicamente avanzate, ha partecipato a numerosi convegni internazionali organizzati dalle prestigiose istituzioni culturali nel mondo.

Il luogo che ospiterà la mostra non è stato scelto a caso. Il Palazzo Coppini è infatti il monumento alle relazioni fra i popoli voluto dalla Fondazione Romualdo Del Bianco e dal suo istituto Life Beyond Tourism che qui hanno sede. Un luogo in cui sono esposti, in modo permanente, oggetti provenienti da ogni parte del mondo a testimoniare l’importanza dell’incontro tra culture diverse e l’impegno della Fondazione alla valorizzazione del territorio e del patrimonio intangibile dei diversi Paesi del mondo.

La mostra si ricollega idealmente al congresso “Domes in the World” (Le Cupole nel mondo) che ha avuto luogo nel 2012 su idea della Fondazione Romualdo Del Bianco nell’ambito dell’orientamento “Life Beyond Tourism” e promosso insieme al Dipartimento di Architettura, Disegno, Storia e Progetto dell’Università di Firenze e al Collegio degli Ingegneri della Toscana. Il Congresso si è svolto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, con 200 partecipanti, provenienti da 32 Paesi di 5 continenti. Lo Steering Committee, costituito dal presidente della Fondazione Paolo Del Bianco e dai professori Roberto Corazzi, Jerzy Jasienko, Emma Mandelli e Gennaro Tampone, ha proposto cinque giorni di eventi scientifici e culturali, tra cui tre mostre tematiche: mostre fotografiche sulle cupole nel mondo e sulle cupole in terra in Siria, ma anche un’ampia mostra architettonica che sta alla base di quella che verrà riproposta al Palazzo Coppini in una veste ampliata e approfondita con filmati, documentari e modelli che presentano le ultime ricerche.

Palazzo Coppini
Via del Giglio, 10 Firenze

undo

Set 26, 2014 - alta cultura    No Comments

Firenze: Alla Fondazione Stensen

Nuove frontiere da esplorare e interrogare

Il binomio naturale-artificiale (natura-artefatto) rappresenta sicuramente una tra le coppie concettuali maggiormente coinvolte nel processo di trasformazione della natura in atto e dal potere acquisito dall’uomo di intervenire direttamente nella costituzione genetica degli organismi viventi. Quello tra naturale e artificiale, infatti, è un rapporto che, fin dalle origini, filosofia, scienze umane e teologia hanno posto alla base della loro propria indagine e riflessione. A stabilire i limiti tra la natura e l’artificio, intesi anche come possibile prevaricazione dell’uomo sulla natura, erano le grandi forze della tradizione e del pensiero filosofico, teologico, metafisico occidentale. Il limite era sostanzialmente una forma di ordine, ossia, l’ordinamento necessario del mondo a cui l’agire umano doveva adeguarsi. Con gli sviluppi delle tecno-scienze e della cultura contemporanea invece, sembra emergere l’incertezza, se non addirittura l’impossibilità di ogni limite di questo genere: i confini tra naturale e artificiale tendono a sfumare e a non più distinguersi, in quanto tutto diventa intaccabile, dominabile e nulla rimane come naturale e quindi come intrinsecamente inviolabile. In questa direzione tutto diventa artificiale. Sorge allora un interrogativo ineludibile: ci stiamo avviando effettivamente verso una situazione in cui cade la distinzione tra naturale e artificiale? Con quali conseguenze e prospettive?

Sabato 11 ottobre 2014, ore 15:30
1) GENI NATURALI E GENI ARTIFICIALIcreazione in laboratorio di nuove basi artificiali del codice genetico umano
Paolo VEZZONI (Dirigente di Ricerca dell’Istituto di Ricerca Genetica e Biomedica del CNR di Milano)
2) LA RICERCA SUL CODICE GENETICO UMANOProblematiche etiche e giuridiche
Barbara BOTTALICO (Avvocato, Max Weber Fellow, European University Institute, Docente a contratto, Università Statale di Milano)

Sabato 18 ottobre 2014, ore 15:30
1) LA MODIFICA DELL’ORGANISMO VIVENTEOltre la terapia genica
Paolo VEZZONI (Dirigente di Ricerca dell’Istituto di Ricerca Genetica e Biomedica del CNR di Milano)
2) LA RIPRODUCIBILITÀ DI PEZZI DEL MONDO BIOLOGICO – implicazioni bioetiche e sociologiche
Andrea CERRONI (Università di Milano-Bicocca)

Sabato 25 ottobre 2014, ore 15:30
1) MENTE E COMPUTERIdentità e differenze
Giuseppe TRAUTTEUR (Università degli Studi di Napoli Federico II)
2) NATURA E NATURALISMO – La ‘dissoluzione’ della normatività e dei confini tra scienza e filosofia
Federico LAUDISA (Università di Milano-Bicocca)

Per ulteriori informazioni cliccare qui

STENSEN|Cinema

Domenica 28 settembre ore 18.45
Se chiudo gli occhi non sono più qui di Vittorio Moroni
Proiezione speciale con l’attore protagonista Mark Manaloto, che nel film interpreta Kiko, l’adolescente italo-filippino diviso tra i cantieri edili di famiglia e l’amore per Platone e Nietzsche trasmessogli dalla misteriosa figura guida di Ettore.

Martedì 30 settembre ore 21.00
Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini
Per i cinquant’anni dall’uscita, una serata evento dedicata a una delle opere più belle e discusse della storia del cinema. Per omaggiarla, abbiamo scelto di proiettare la copia originale in pellicola 35 mm della Cineteca Nazionale.

Presso Auditorium Stensen – Viale don Minzoni 25C – FIRENZE FI – 055.576551

Set 25, 2014 - alta cultura    No Comments

Lucca: Lucensis Ecclesiae Monumenta

’E? affidata al Prof. Mauro Ronzani, professore ordinario di Storia Medievale presso l’Università di Pisa la presentazione dei 2 tomi che compongono il 3 volume della Collana “Lucensis Ecclesiae Monumenta” promossa dall’Accademia Lucchese di Lettere Scienze ed Arti e dall’Archivio Arcivescovile di Lucca, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca che si terrà venerdì 26 settembre alle 17,30 nell’Oratorio di San Giuseppe in Piazza Antelminelli a Lucca. Curati da Graziano Concioni, dallo scomparso Claudio Ferri e da Mons Giuseppe Ghilarducci i due tomi dedicati al San Martino raccolgono il complesso documentario relativo alla Cattedrale di Lucca mantenendo fede alla regola ispiratrice dell’intero progetto: “raccogliere, ordinare, pubblicare in modo sistematico ed esauriente le notizie storiche relative a chiese, ospedali e luoghi pii”.

Nessuna chiesa lucchese, osserva Graziano Concioni, può contare al pari di San Martino su una quantità tanto vasta di riscontri storici che ne documentano la evoluzione architettonica come testimonia questa monumentale opera che attinge e trascrive ordinandoli cronologicamente documenti provenienti dall’Archivio Arcivescovile di Lucca, dall’Archivio capitolare, dall’Archivio di Stato di Lucca fino ai più importanti inventari regesti e compendi otto e novecenteschi. L’incontro sarà introdotto dal prof. Raffaello Nardi, Presidente dell’Accademia Lucchese di Lettere Scienze e Arti e da Don Mauro Lucchesi, rettore della Cattedrale di LuccaE’

Set 11, 2014 - alta cultura    No Comments

Fiesole /FI) Alla Fondazione Primo Conti

Il romanticismo nelll’arte:
Il corso sarà articolato in = 4 lezioni che si svolgeranno nella sede della Fondazione Primo Contia cura di Rita Tambone

Programma:

  • William Turner e il dinamismo della luce
  • Caspar Friedrich: la solitudine e il desiderio di infinito
  • Eugène Delacroix: l’anelito alla libertà e la s= eduzione dell’oriente
  • Francesco Hayez: il sentimento nella storia

Le lezioni si terranno nei seguenti giorni, la mattina, dalle or= e 10.00 alle ore 11.30

  • Sabato 27 settembre
  • Sabato 4 ottobre
  • Sabato 11 ottobre
  • Sabato 25 ottobre (con aperitivo di chiusura corso)

Costo del corso:

  • Due lezioni euro 30,00
  • Tre lezioni euro 40,00
  • Corso completo euro 50,00

Chi è interessato dovrà inviare l’iscrizione <strong>entro il 22 settembre a segreteria@fondazioneprimoconti.org Tel. 055.597095

 

Pagine:«12345678...51»