Browsing "arte antica"
Ott 1, 2012 - arte antica    No Comments

Firenze: La battaglia di Anghiari e la Gioconda

 

 
La sala del Cinquecento di Palazzo Vecchio, con l'affresco del Vasari -La battaglia di Scannagallo-
 
Entrambe le notizie sono arrivate in queste ultime ore: la scorsa notte sono state smontate le impalcature a Palazzo Vecchio, a Firenze, installate per il delirante progetto del recupero dell’affresco “La battaglia di Anghiari” di Leonardo, che giaceva sotto il “meno celebre” dipinto del Vasari “La Battaglia di Scannagallo”. Da ieri il dipinto che copriva “la miniera d’oro” attribuita al pittore della Gioconda è tornato visibile. La ricerca condotta dall’ingegner Maurizio Seracini, e in questi mesi fomentata dal sindaco Renzi, finanziata con 250mila euro dal National Geographic non ha trovato nessun riscontro e l’istituto ha deciso di non rinnovare i fondi per una causa che sembrava davvero persa in partenza. E così gli addetti dell’Opificio delle Pietre Dure hanno tappato e ristrutturato i sei fori che erano stati creati sul dipinto per inserire le sonde, che avrebbero dovuto rilevare le tracce della pittura leonardesca. Un sospiro di sollievo, per un’operazione che sembrava davvero una sorta di capriccio scientifico e speculativo, ma su cui nessuno aveva fatto la voce grossa per dissuadere, anche il major Renzi, dall’operazione.
Domani invece uno show al vecchio convento di Sant’Orsola: se amate Dan Brown, se siete un po’ necrofili un po’ archeologi da antico Egitto non perdetevi l’appuntamento delle 11.30, quando davanti alla stampa si aprirà una tomba multipla, alla ricerca di quel che resta di Monna Lisa Gherardini. Qualora dovesse essere confermata la presenza delle spoglie di due persone, si tratterebbe del sesto e settimo scheletro emersi duranti gli scavi compiuti dalla Provincia di Firenze – su indicazione della Soprintendenza Archeologica della Toscana – per consentire l’avvio dei futuri lavori di ripristino dell’immobile. Ma se poi questo scheletro si rivelasse davvero della Gioconda…che meraviglia per le casse di Firenze e per i suoi turisti affamati di “storia”, no?
 
exibart
Set 29, 2012 - arte antica    No Comments

Grosseto: Lodovico Cardi detto il Cìgoli


 

Mostra pittorica incentrata sull’olio su tela titolata “La Pietà” di Ludovico Cardi detto Cigoli databile a fine 1500. La preziosa tela verrà nell’occasione della mostra donata al Comune di Grosseto dal mecenate maremmano Mario Luzzetti, da anni grande incentivatore della cultura nella Provincia di Grosseto attraverso vari prestigiosi progetti.
Un invito a visitare questa maglifica mostra e, per chi ne fosse interessato all’acquisto del catalogo disponibile all’ingresso del Museo Archeologico e d’Arte della Maremma sede della mostra pro tempore.



“Bellezza e religiosità in Ludovico Cardi detto il Cigoli

Fino al 28 ottobre in mostra al Museo Archeologico
e d’Arte della Maremma una mostra incentrata sulla Pietà del Cigoli

Museo Archeologico e d’Arte della Maremma
Piazza Baccarini 3, Grosseto dal 12 maggio al 28 ottobre

Il Comune di Grosseto e Gianfranco Luzzetti Studio d’arte e collezionismo, in collaborazione con il Cedav Fondazione Grosseto Cultura ed il sostegno dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze presentano la mostra “Bellezza e religiosità in Ludovico Cardi detto il Cigoli” presso gli spazi espositivi del Museo archeologico e d’arte della Maremma a Grosseto. L’esposizione della bellissima pala d’altare di Ludovico Cardi (1559-1613), raffigurante la Pietà proseguirà fino al 28 ottobre. L’inedita tela è allestita insieme ad altre opere grafiche e pittoriche scelte e volute da Gianfranco Luzzetti per aiutare i visitatori a comprendere meglio l’iconografia di questa invenzione del Cigoli che tanta fortuna ebbe nel corso del Seicento. 

Fonte: http://www.turismogrosseto.it