Browsing "buone notizie"
Mar 27, 2014 - buone notizie    No Comments

Lucca: Vola l’export

 Marco Baldocchi
cartiera-ciminiere-vapore-acqueo  

 

 

Segnali di ripresa per l’industria lucchese, giungono dai dati sull’esportazione del 2013, numeri secondi per valore solo a Firenze e Arezzo.
Ma se l’economia del capoluogo regionale può sorridere per un eccellente +9,6%, per la provincia aretina, che soffre le difficoltà del mercato dei metalli preziosi, è un secondo posto effimero, nello scorso anno il dato registrato è -20,5%, peggior risultato toscano.
Lucca si colloca nelle posizioni alte con una crescita delle esportazioni del 3,8%, seconda solo a Firenze, che diventa del 5,5% al netto dell’effetto “prezzi metalli”.
I settori più in salute, la chimica, che trainata dalla farmaceutica, sale del 38,9%, seguita dal tessile abbigliamento, +21,4% e la cantieristica +19,7%.
Anche la meccanica di precisione chiude con segno positivo, +8,9%.

Ottimi segnali giungono anche dal cartario, che rappresenta ancora il 23% del dato totale, con quasi 800 milioni di euro di valore, che sale del 5,8% rispetto al 2012.
Le esportazioni del comparto alimentare crescono del 3%, col dato dell’olio che resta pressoché identico all’anno precedente, solo +0,5.
In sofferenza, praticamente solo la metallurgica, che scende di oltre 17 punti percentuali, mentre il cuoio e la calzatura, decrescono del 3%.
Insomma numeri che sono di buon auspicio per l’industria lucchese, ovvero per il settore che meno sta faticando ad ottenere accesso al credito e che può quindi investire ed esplorare mercati esteri.

dìlucca

Mar 17, 2014 - buone notizie    No Comments

Carrara: 2013 positivo per marmi e graniti

Secondo i dati di IMM Carrara il 2013 è stato molto positivo per l’export di marmi e graniti italiani.
Il settore ha prodotto un saldo commerciale di oltre 1,5 miliardi di euro: +10% sul 2012.
Aumentano le esportazioni dei marmi lavorati (+4,4% in quantità e +10,6% in valore).
Mercato USA ancora in forte crescita: +22% in quantità e +27,5% in valore.
Da non perdere a Carrara Fiere la 32° edizione di CarraraMarmotec dal 21 al 24 maggio.‪foto di ‎carrarafiere

Secondo i dati di IMM Carrara il 2013 è stato molto positivo per l’export di marmi e graniti italiani. Il settore ha prodotto un saldo commerciale di oltre 1,5 miliardi di euro: +10% sul 2012. Aumentano le esportazioni dei marmi lavorati (+4,4% in quantità e +10,6% in valore). Mercato USA ancora in forte crescita: +22% in quantità e +27,5% in valore.<br />
Da non perdere a Carrara Fiere la 32° edizione di CarraraMarmotec dal 21 al 24 maggio.</p>
<p>#carrara #carrarafiere #carraramarmotec #marmo #marmotec #granito #export #mercatousa #esportazioni #economia
 
Mar 11, 2014 - buone notizie    No Comments

Pistoia: Emergenza argini

consorzio bonifica pistoia

Entra nella fase operativa il neocostituito Consorzio di Bonifica Medio Valdarno, nato dall’accorpamento dei Consorzi di Bonifica Ombrone Pistoiese-Bisenzio, Area Fiorentina e Toscana Centrale oltre che delle Unioni di Comuni Alta Val di Bisenzio, Mugello e Valdisieve.

Con la nuova legge istitutiva dei Consorzi (la 79/2012) al nuovo ente entrano in gestione 800 km in più di reticolo idraulico (soprattutto nelle zone montane) per un totale di 5613 km di reticolo, con necessità manutentive e costi tutti da verificare, un numero di consorziati pari a 420.959 e un bilancio con entrate intorno ai 18 milioni di euro.

Ininfluenti le spese per gli organi, pari allo 0,003% del bilancio, l’attenzione si sposta tutta sui lavori necessari, potendo contare su una struttura giovane e altamente professionalizzata (2/3 di tecnici e operatori con età media intorno ai 40 anni). Un ruolo importante sarà rivestito dal mondo dell’agricoltura e del florovivaismo, in particolare in provincia di Pistoia.

greenreport

Mar 7, 2014 - buone notizie    No Comments

Lucca: Liceo di 4 anni

Unico nel panorama regionale, e tra i primi in tutta Italia, il Liceo Internazionale Esedra rappresenta un’esclusiva opportunità per giovani che vogliano allinearsi agli standard europei, ed affacciarsi al mercato del lavoro con un vantaggio competitivo.
Il gruppo Esedra ottiene un altro importante riconoscimento dal Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca e avvia per l’as 2014/15 un percorso scolastico unico nel territorio regionale.
Il Liceo Internazionale Esedra, approvato con DM lo scorso 15 febbraio, è un progetto di innovazione metodologica-didattica che offre ai giovani lucchesi e toscani un’imperdibile opportunità: conseguire il Diploma di Stato in quattro anni anziché cinque, con una brillante preparazione nelle lingue straniere e una formazione più pratica e meno teorica.
Sempre più urgente è colmare il gap con i coetanei europei ed internazionali per aumentare le possibilità concrete di costruirsi un futuro brillante in un contesto sempre più complesso. A tal fine, età, conoscenza delle lingue straniere e competenze informatiche sono tre fattori determinanti del successo post-scolastico. Ed è su questi punti di forza che nasce il Liceo Internazionale Esedra che, ispirandosi al prestigioso Collegio San Carlo di Milano, arricchisce di un tassello pregiato l’offerta scolastica del territorio.
Cosa prevede il piano di studi?
Il primo biennio ha un’impostazione di base volutamente tradizionale con le discipline proprie del liceo linguistico: italiano, latino, tre lingue straniere, matematica, informatica, scienze, fisica, storia e geografia, filosofia, diritto e economia politica, scienze umane, storia dell’arte e scienze motorie, per un totale di 1.122 ore l’anno. Due di queste materie si svolgeranno completamente in lingua inglese con docenti madrelingua.
Nel secondo biennio, della durata di 1.155 ore l’anno, si approfondiranno le discipline attraverso una formazione linguistica mirata, mantenendo per due di esse lo svolgimento integrale in lingua inglese. Agli studenti delle classi del secondo biennio è inoltre prevista l’inclusione nel percorso formativo di esperienze di stage e di alternanza scuola/lavoro grazie al radicamento del progetto nel tessuto sociale, culturale e imprenditoriale del territorio, a vocazione internazionale e utilizzato come partner formativo per gli studenti.
Insegnamento delle discipline curriculari in parte in italiano in parte in lingua inglese, programmazione didattica per competenze che favorisca l’interdisciplinarietà e l’implementazione della didattica laboratoriale, utilizzo di laboratori informatici, alternanza studio-lavoro, lo studente che voglia accedere a questo innovativo percorso formativo – presente in Italia, ma non in Toscana, anche in pochissime scuole statali, – dovrà aver conseguito risultati positivi nel ciclo secondario di primo grado, essere fortemente motivato e dimostrare una spiccata inclinazione alle attività di studio e ricerca, essere curioso, attento e predisposto alla comunicazione e all’utilizzo degli strumenti ICT.
Particolare attenzione sarà posta alla scelta dei docenti che implementeranno il progetto, i quali non solo dovranno condividere gli aspetti scientifici ma ne saranno promotori presso gli studenti accompagnandoli nelle scelte del nuovo liceo Internazionale Esedra, certi che i risultati saranno apprezzati da tutta la comunità scolastica del territorio.
Per maggiori informazioni sul piano di studi e sulle iscrizioni è possibile contattare la scuola al n° 0583/418916 o inviare una email a: orientamento@esedrascuole.it

lavocedilucca

Feb 26, 2014 - buone notizie    No Comments

Prato: Mutui usurai

“Confconsumatori informa” inizia con una notizia che per molti potrebbe risolvere il loro problema economico, ed è riferita ai mutui o finanziamenti usurai.

Infatti con la sentenza della Cassazione che ha stabilito come doveva essere calcolato il tasso di usura, è emerso che molti mutui o finanziamenti sono usurai e perciò le banche devono restituire i soldi degli interessi pagati in più.

Questo significa che una persona potrebbe addirittura aver già finito di pagare il suo mutuo o finanziamento e potrebbe chiedere indietro ciò che ha pagato in più.

Condizione essenziale è che non siano passati 10 anni dalla stipula del contratto di finanziamento o mutuo.

Confcconsumatori ha stipulato una convenzione con una ditta specializzata e, con 80 euro, i suoi soci ottengono una preanalisi con la quale il socio è in grado di sapere se il suo finanziamento o mutuo è usuraio e quanto può chiedere indietro.

La Confconsumatori di Prato si trova nel viale Montegrappa 120 ed  è aperta il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16 alle ore 19; oppure al centro commerciale dei Gigli il mercoledì e il venerdì dalle ore 18 alle ore 20.
Per chi vuole,  ha  anche uno sportello presso la Fratellanza Popolare di San Donnino aperto il mercoledì dalle ore 15 alle ore 17.

Per contatti telefonare al 3804640227

 

Feb 14, 2014 - buone notizie    No Comments

Orbetello (GR): Gli Oscar toscani della sostenibilità

Ecco gli Oscar toscani secondo e categorie:

Categoria Ottima gestione ambientale:

Orbetello Camping Village – Orbetello (GR). Ha energia da fonti rinnovabili; il personale usa bici o auto elettriche e gli ospiti possono usare l’auto solo all’arrivo e alla partenza per scarico bagagli; hanno card per l’accesso alle case che disattiva anche l’aria condizionata; hanno due isole ecologiche e il compattatore; forniscono i detersivi da diluire all’azienda che fa pulizie; hanno tutte luci   a basso consumo e riduttori di flusso in tutte le isole servizi

Bagno Eugenia – Lido di Camaiore (LU). Gestione ecosostenibile dell’intera attività; oltre ai pannelli solari, ai riduttori di flusso nei bagni, alla raccolta differenziata, viene fatto uno sconto a chi arriva in treno e vengono accettati gli animali

Categoria Amici del clima

Podere Scopicciolo – Casole d’Elsa – Volterra (PI). L’energia elettrica è ottenuta da un impianto fotovoltaico mentre pannelli solari forniscono l’energia per l’acqua calda sanitaria. L’intera proprietà è riscaldata e raffrescata da un sistema geotermico che, combinato con l’impianto radiante a pavimento, consente di ottenere sempre una temperatura costante all’interno delle case

Categoria Decalogo – Promozione dei beni naturali  e culturali del territorio 2013

Albergo Pietrasanta   – Pietrasanta (LU).  Realizzano un’ottima promozione del territorio, mettendo a disposizione degli ospiti tutti gli strumenti per visitare anche i luoghi meno noti della provincia.

Casa Cares  – Reggello (FI). Hanno ristrutturato la cappella della Fattoria I Graffi che loro gestiscono, facendo un lavoro di ricerca per capire funzioni e architettura originali; il restauro è stato fatto in bioedilizia.

Educazione ambientale

Bio B&B La Fanciullaccia – Santo Pietro Belvedere (PI). Per la realizzazione di percorsi botanici  e di conoscenza dei frutti dimenticati riservati agli ospiti; in generale tutto il B&B viene gestito secondo criteri di sostenibilità, l’energia viene autoprodotta, la maggior parte degli alimenti serviti agli ospiti sono di produzione aziendale.

Categoria Ambasciatori biologico

Agriturismo Il Duchesco – Alberese (GR). Per l’impegno nella realizzazione di un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e nel diffondere stili di vita e di alimentazione in sintonia con la natura. Oltre all’ecolabel di Legambiente tutti loro hanno anche la certificazione di AIAB come Agriturismi Bio Ecologici

Feb 13, 2014 - buone notizie    No Comments

Firenze: La Toscana

E’ uscito in questi giorni il secondo numero del 2014 del mensile “La Toscana”. Nelle 48 pagine,  tanti interessanti articoli dedicati a personaggi e realtà della nostra regione.

Le 3.500 copie cartacee sono in questi giorni in distribuzione nella sede centrale e nelle filiali della BCC di Signa, nel territorio dei Comuni di Castelfiorentino, Signa, Lastra a Signa, Pontassieve, Poggio a Caiano, Campi Bisenzio; a Firenze, al Caffé delle Giubbe Rosse, alla RSA Villa Gisella, al ristorante I 4 Amici e presso Galardi Cornici oltreché in molti altri locali del centro storico.

La redazione (via Valdichiana 42, Firenze – tel. 055.9336468) è aperta al pubblico tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12. Rivolgendosi alla segretaria Chiara Scali sarà possibile richiedere sia le copie dei 14 numeri de “La Toscana” usciti fino ad oggi sia quelle degli otto libri pubblicati nella collana “Artisti in Toscana”.

 

Gen 24, 2014 - buone notizie    No Comments

Carrara: Bene l’export

Il trend positivo sostiene le attese in vista di CarraraMarmotec il salone internazionale dei marmi e tecnologie in programma dal 21 al 24 maggio.
Il comparto italiano della pietra naturale continua ad incrementare l’export di marmi e graniti verso i mercati mondiali sostenuto, in particolare, dalla ripresa in atto negli Stati Uniti e dalla buona tenuta dell’Europa anche se il mercato interno non presenta segni significativi di ripresa.
Il settore basa la sua competitività sulla presenza di distretti storici (nella figura 1) che, partendo dalla trasformazione dei materiali estratti localmente, è in grado di mantenere competitività e livello elevato del prodotto finito.
È questa una delle chiavi di lettura delle statistiche dell’export suddivisa per regioni elaborata da IMM/CarraraFiere in preparazione di CarraraMarmotec 2014, il salone  internazionale di materiali, tecnologie e design che si terrà dal 21 al 24 maggio.
Nei primi 9 mesi del 2013 Toscana è stata la regione italiana con la quota più elevata di export di lavorati in pietra per un valore complessivo di 362.136.262 euro in crescita del +9,4% rispetto allo stesso periodo del 2012 (vedi Tavola 1). Segue a ruota il Veneto con un export di quasi 360 milioni di euro e una crescita tendenziale del +7,5%. La Lombardia si colloca a distanza dalle due regioni capofila con un export di lavorati di tutto rispetto che raggiunge nei primi nove mesi del 2013 quasi 100 milioni di euro e segna una crescita rispetto pari al +7,3%.
Le performances delle regioni che vantano i distretti più rilevanti per l’export sono sostenute dall’attività dell’intero comparto a livello nazionale per un settore di grande rilevanza per l’economia nazionale che nel 2012 ha segnato un saldo commerciale pari a circa 1,4 miliardi di euro (in proiezione per il 2013 si prevede un surplus di 1,5 miliardi ) e conta circa 10 mila aziende localizzate su tutto il territorio nazionale. Per l’80% si tratta di unità piccole o molto piccole (meno di 10 addetti), spesso artigiane, che hanno saputo internazionalizzare la propria attività reagendo nel miglior modo possibile alla congiuntura preservando gran parte dei posti di lavoro.
FONTE: INTERNAZIONALE MARMI MACCHINE S.P.A e giorgiodefilippi
MARMO: LA TOSCANA È LA REGIONE CON L’EXPORT PIÙ ALTO DI LAVORATI
Il trend positivo sostiene le attese in vista di CarraraMarmotec la fiera internazionale dei marmi e tecnologie in programma dal 21 al 24 maggio. 
Carrara, 24 gennaio 2014
Il comparto italiano della pietra naturale continua ad incrementare l’export di marmi e graniti verso i mercati mondiali sostenuto, in particolare, dalla ripresa in atto negli Stati Uniti e dalla buona tenuta dell’Europa anche se il mercato interno non presenta segni significativi di ripresa.
Il settore basa la sua competitività sulla presenza di distretti storici (nella figura 1) che, partendo dalla trasformazione dei materiali estratti localmente, è in grado di mantenere competitività e livello elevato del prodotto finito.
È questa una delle chiavi di lettura delle statistiche dell’export suddivisa per regioni elaborata da IMM/CarraraFiere in preparazione di CarraraMarmotec 2014, la fiera internazionale di materiali, tecnologie e design che si terrà dal 21 al 24 maggio.
Nei primi 9 mesi del 2013 la Toscana è stata la regione italiana con la quota più elevata di export di lavorati in pietra per un valore complessivo di 362.136.262 euro in crescita del +9,4% rispetto allo stesso periodo del 2012 (vedi Tavola 1). Segue a ruota il Veneto con un export di quasi 360 milioni di euro e una crescita tendenziale del +7,5%. La Lombardia si colloca a distanza dalle due regioni capofila con un export di lavorati di tutto rispetto che raggiunge nei primi nove mesi del 2013 quasi 100 milioni di euro e segna una crescita rispetto pari al +7,3%. 
Le performances delle regioni che vantano i distretti più rilevanti per l’export  sono sostenute dall’attività dell’intero comparto a livello nazionale per un settore di grande rilevanza per l’economia nazionale che nel 2012 ha segnato un saldo commerciale pari a circa 1,4 miliardi di euro (in proiezione per il 2013 si prevede un surplus di 1,5 miliardi ) e conta circa 10 mila aziende localizzate su tutto il territorio nazionale. Per l’80% si tratta di unità piccole o molto piccole (meno di 10 addetti), spesso artigiane, che hanno saputo internazionalizzare la propria attività reagendo nel miglior modo possibile alla congiuntura preservando gran parte dei posti di lavoro.
FONTE: INTERNAZIONALE MARMI MACCHINE S.P.A:
 
Gen 20, 2014 - buone notizie    No Comments

Pisa: La Pro Loco

La Pro Loco nasce dall’esigenza di dare vita alla promozione turistica e culturale della città di Pisa attraverso la valorizzazione delle risorse ambientali, culturali e storiche del territorio, con particolare interesse alle risorse e alle esperienze delle giovani generazioni, al dialogo intergenerazionale e all’integrazione di ogni gruppo sociale.

La Pro Loco sostiene, organizza e promuove manifestazioni, corsi ed iniziative volte ad informare ed educare i cittadini rispetto alla tutela del territorio e alla rivalutazione del patrimonio storico, folkloristico e delle tradizioni popolari.

La Pro Loco Pisa svolge infine attività di coordinamento tra i soggetti del territorio per ottimizzare la promozione turistica della città.

Gen 17, 2014 - buone notizie    No Comments

Montelupo Fiorentino (FI): La ceramica ambasciatrice

La ceramica di Montelupo Fiorentino è stata selezionata assieme a 47 produzioni tipiche fiorentine e 6 regionali: seta, ceramica di Montelupo, oro, porcellana di Doccia, cappello di paglia, vetro di Empoli.

L’evento di presentazione si terrà il prossimo 21 gennaio a Roma si tratta di un momento promozionale molto importante per le eccellenze produttive dei nostri territori: sarà allestito uno spazio espositivo dedicato alle 47 mostre virtuali che compongono la piattaforma che sarà online a partire dal 21 gennaio.

Montelupo parteciperà con la sua produzione e le dimostrazioni di alcuni artigiani.

http://www.stradaceramica.it/it/la-strada-della-ceramica.html

La ceramica di Montelupo Fiorentino è stata selezionata assieme a 47 produzioni tipiche italiane e 6 regionali: seta, ceramica di Montelupo, oro, porcellana di Doccia, cappello di paglia, vetro di Empoli.

L’evento di presentazione si terrà il prossimo 21 gennaio a Roma si tratta di un momento promozionale molto importante per le eccellenze produttive dei nostri territori: sarà allestito uno spazio espositivo dedicato alle 47 mostre virtuali che compongono la piattaforma che sarà online a partire dal 21 gennaio. Montelupo parteciperà con la sua produzione e le dimostrazioni di alcuni artigiani. 
http://met.provincia.fi.it
http://www.stradaceramica.it/it/la-strada-della-ceramica.html
Pagine:«1234567...18»