Browsing "buone notizie"
Nov 2, 2013 - buone notizie    No Comments

Pontremoli (MS): Lunigiana Produce

Il Consorzio “Lunigiana Produce” nasce per volontà dei produttori locali che hanno deciso di unire le forze sotto un unico marchio che racchiuda le specialità lunigianesi.
L’obiettivo principale è portare i prodotti conferiti da aziende del territorio nella Grande Distribuzione Organizzata in tutta Italia e al tempo stesso cercare di promuovere la Lunigiana come brand eno-gastronomico e turistico.
Maggiori informazioni sul nuovo sito di prossima pubblicazione.
 
· 
Ott 26, 2013 - buone notizie    No Comments

Borgo San Lorenzo (FI): Da ospedale ad grande albergo

Da trecentesco monastero camaldolese a resort di pregio, con un passato più recente da ospedale. E’ la destinazione, già da tempo annunciata, per il vecchio ospedale di Luco di Mugello, dismesso da venti anni.

Lunedì 28 ottobre, alle ore 12.30, Regione, Comune, Provincia e Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici ed artistici di Firenze, Prato e Pistoia firmeranno l’accordo di programma e ne spiegheranno i dettagli nel corso di una conferenza stampa che si terrà nella sala Cutuli di Palazzo Strozzi Sacrati in piazza del Duomo 10, sede della presidenza della Regione.

Parteciperanno l’assessore alla presidenza e al bilancio della Toscana Vittorio Bugli, il sindaco di Borgo San Lorenzo Giovanni Bettarini, l’assessore della Provincia Marco Gamannossi e la Soprintendete Alessandra Marino

Ott 13, 2013 - buone notizie    No Comments

Lucca: Ripresina per nautico (Viareggio) e calzaturiero (Piana)

lavoro-calzaturificio

Dopo sei trimestri consecutivi l’industria lucchese interrompe la flessione produttiva e di fatturato grazie ai suoi settori più importanti e registra un lieve miglioramento nel clima di fiducia delle imprese. Le possibilità di ripresa tuttavia restano principalmente legate all’evoluzione del contesto economico internazionale ed alle condizioni finanziarie dei prossimi mesi, ma i risultati acquistano ancora più valore se rapportati alle altre province toscane: la provincia di Lucca è infatti l’unica a non registrare perdite sia in termini di produzione che di fatturato.

Questo è il quadro che emerge dall’indagine congiunturale condotta dalla Camera di Commercio e dall’Associazione degli Industriali di Lucca relativa al secondo trimestre 2013, periodo nel corso del quale si evidenzia una tenuta della produzione dell’industria manifatturiera provinciale e del fatturato rispetto allo stesso periodo del 2012. Il panorama è abbastanza eterogeneo con settori che mostrano sensibili segnali di ripresa ed altri che risentono ancora delle difficoltà del periodo. Il settore che chiude il trimestre con la crescita più consistente è la nautica.
Bene anche tessile, abbigliamento e calzature. In crescita l’elettronica e la carta. La presidente dell’Associazione degli Industriali di Lucca, Cristina Galeotti fa notare però che perdura l’eccesso di capacità produttiva con la conseguente necessità di un ricorso a ristrutturazioni degli organici.
Nei primi otto mesi del 2013, infatti, le ore autorizzate di Cassa Integrazione Ordinaria nel manifatturiero sono raddoppiate rispetto al 2012 e quelle di Cassa Straordinaria hanno mostrato una crescita allarmante in seguito al susseguirsi di crisi aziendali. Tuttavia a settembre si intravedono i primi segnali di un calo delle richieste di Cassa Integrazione Ordinaria da parte delle imprese industriali della provincia. Sul fronte dei prezzi, rimangono stazionari per quasi tutti i comparti, con l’unica eccezione del settore alimentare a causa della crescita a ritmo elevato del prezzo dell’olio di oliva. Buono anche il fatturato estero per le imprese esportatrici lucchesi, a testimonianza del forte orientamento verso i mercati internazionali.
Stabile anche l’andamento occupazionale rispetto al trimestre precedente sia a livello provinciale che nel complesso regionale. Il presidente della Provincia Baccelli commenta i dati dicendo che nessuno sa dire se questo significa che siamo usciti definitivamente dal tunnel della crisi ma che sicuramente è una boccata di fiducia di cui tutta l’economia locale avrebbe bisogno.
Set 24, 2013 - buone notizie    No Comments

Prato: Al Museo del Tessuto


Nel contesto dei #Mondiali di ciclismo a Firenze, il Museo del Tessuto ospita la presentazione di un partnership che consentirà di produrre a Prato le divise che saranno indossate da commissari, funzionari e delegati UCI per i prossimi 5 anni in tutti gli eventi di ciclismo internazionale.

Il mondo ri-cicla, la Toscana lo veste!Keep thinking about (re)Cylcing!Nel contesto dei #Mondiali di ciclismo a Firenze, il Museo del Tessuto ospita la presentazione di un partnership che consentirà di produrre a Prato le divise che saranno indossate da commissari, funzionari e delegati UCI per i prossimi 5 anni in tutti gli eventi di ciclismo internazionale.Within the context of the World Cycling Championships held in Florence, The Museo del Tessuto hosts the presentation of a 5-year partnership for the production of ecological, recycled clothing made in Prato for UCI (Union Cycliste Internationale) staff and cyclists.
Mi piace · 
Set 18, 2013 - buone notizie    No Comments

Pratovecchio (AR): Intesa tra regioni Toscana ed Emilia-Romagna

 Dopo l’intesa sulla montagna invernale, si rafforza, grazie ad un nuovo accordo sulla promozione della montagna estiva e del turismo attivo, la collaborazione tra Toscana e Emilia Romagna . Con l’intesa firmata oggi a Pratovecchio (Ar) da Toscana Promozione e Apt Servizi Emilia Romagna, l’intervento congiunto tra le due amministrazioni regionali si allarga dal turismo bianco anche al turismo verde e a quello attivo, che vanno ad aggiungersi all’offerta invernale già prevista dal documento siglato lo scorso anno all’Abetone. Obiettivi dell’accordo: raggiungere un bacino di utenza sempre più ampio a livello nazionale; fidelizzare i turisti italiani che amano la montagna e il turismo attivo; coinvolgere maggiormente gli operatori del territorio e dar vita ad azioni di scouting su mercati esteri potenzialmente interessati all’offerta turistica della montagna tosco-emiliana.

«La domanda di turismo verde e attivo è in costante crescita sia da parte del mercato italiano che di quello internazionale. Con il rinnovo e il rafforzamento dell’accordo di collaborazione con la Regione Emilia Romagna vogliamo consolidare i risultati ottenuti nell’ultimo anno e sviluppare nuove opportunità per un settore che ha ancora molti margini di crescita» ha affermato l’assessore regionale al turismo Cristina Scaletti in occasione della firma, stamani, del nuovo Protocollo d’Intesa insieme all’ssessore al ommercio e turismo dell’Emilia Romagna Maurizio Melucci e a Alberto Peruzzini, dirigente del servizio Turismo di Toscana Promozione; Liviana Zanetti, presidente della Apt Servizi Emilia Romagna; Luca Santini, presidente del Parco Nazionale Foreste Casentinesi Monte Falterona Campigna; e Pierluigi Saccardi, presidente Unione Appennino e Verde.

«Dopo la montagna invernale – ha proseguito Scaletti – puntiamo, adesso, ad una promozione congiunta del offerta estiva del comprensorio montano, valorizzandone l’immenso patrimonio naturalistico e la sua vocazione turistica sia sul mercato interno che su quello internazionale. In primo luogo sfruttando la risorsa del cicloturismo, segmento in costante crescita e che, per la prossima stagione, potrà contare anche sull’onda lunga dei Mondiali». Toscana Promozione è già a lavoro per rendere operativo l’accordo, sottolinea Peruzzini, tanto che per il 2014 è già in programma un grande evento legato al cicloturismo, Buy Biking, durante il quale buyer e media di tutto il mondo saranno coinvolti in un tour alla scoperta della nostra offerta cicloturistica. Un’iniziativa che sta già riscuotendo grande interesse in paesi come il Brasile, il Canada e gli Stati Uniti.

E sempre per il prossimo anno è allo studio l’organizzazione di un Blogtour. Ma l’impegno di TN è anche sul versante delle imprese del territorio che vanno aiutate ad unirsi per meglio pubblicizzare la loro offerta in una fase economica così delicata. Forte di 25mila chilometri di itinerari cicloturistici, la Toscana è oggi la seconda meta europea per gli amanti del cicloturismo dopo il Danubio. Un’offerta, quella cicloturistica toscana, che può contare su 400 strutture ricettive bike friendly e 250 strutture di supporto. Ogni anno sono 270mila i turisti amanti delle due ruote che scelgono la Toscana, principalmente tedeschi, olandesi, austriaci e inglesi, e sempre di più quelli che si appassionano ai percorsi montani.

Pagine:«123456789...18»