Browsing "eleganza"
Mar 20, 2014 - eleganza    No Comments

Firenze: La Toscana

Uscirà in questi giorni, e già consultabile online nella dedicata sezione, il numero di marzo del mensile “La Toscana”.

Le 3.500 copie cartacee sono in questi giorni in distribuzione nella sede centrale e nelle filiali della BCC di Signa, nel territorio dei Comuni di Castelfiorentino, Signa, Lastra a Signa, Pontassieve, Poggio a Caiano, Campi Bisenzio; a Firenze al Caffé delle Giubbe Rosse, alla RSA Villa Gisella e presso Galardi Cornici oltre che in molti altri locali del centro storico.

La redazione (via Valdichiana 42, Firenze – tel. 055.9336468) è aperta al pubblico tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

Rivolgendosi alla segretaria Chiara Scali e alla segretaria di redazione Lucia Raveggi sarà possibile richiedere sia le copie dei 15 numeri de “La Toscana” usciti fino ad oggi sia quelle dei nove libri pubblicati nella collana “Artisti in Toscana”.


 

Mar 19, 2014 - eleganza    No Comments

Lucca: Zanella/Pasquale

Le Arti Orafe, scuola di oreficeria fondata a Firenze nel 1985, prosegue la sua collaborazione con FIORGEN Onlus partecipando con la mostra SILENZIO, OLTRE LA FORMA, DENTRO IL TEMPO alle iniziative che la Fondazione FiorGen organizza a Palazzo Guinigi a Lucca nella prossima primavera. Le manifestazioni sono inserite nel calendario dei festeggiamenti per il Cinquecentenario delle Mura di Lucca grazie al Presidente Alessandro Biancalana.

Dall’8 maggio al 6 giugno le sculture in marmo, plexiglass, ferro, acciaio e oro di Annamaria Zanella e Renzo Pasquale, esponenti della scuola orafa padovana conosciuti in tutto il mondo, insieme alle fotografie dell’artista tedesca Inea Gukema-Augstein, da cui le opere di Zanella e Pasquale traggono ispirazione e che immortalano l’imponente grandezza e il misticismo delle pietre trasformate in costruzioni architettoniche nell’antichità, animeranno le sale medievali di Palazzo Guinigi. La mostra, curata da Mirella Cisotto – Capo Settore Attività Culturali del Comune di Padova, esperta del gioiello contemporaneo, che da anni si dedica allo studio di questa forma d’arte – è già stata esposta all’oratorio di S. Rocco a Padova nei mesi di ottobre e novembre 2013 e successivamente a Monaco di Baviera.

 
                          Annamaria Zanella                                                                  Renzo Pasquale

Ad arricchire l’evento di Lucca, una importante selezione di gioielli dei due artisti Zanella e Pasquale, che, con un’innovativa ricerca espressiva e formale, realizzano trasgressive sperimentazioni di materiali poveri e improbabili o recuperano la pulizia armonica della geometria pura per creare opere di gioielleria rese preziose dalla loro unicità e dal gesto creativo e manuale che esprimono.

I gioielli saranno affiancati dai lavori di 5 giovani artisti-orafi, selezionati tra i partecipanti dal 2008 al 2012 del concorso dedicato ai giovani designer PREZIOSAYOUNG, parte del progetto espositivo PREZIOSA, evento di punta dell’ampia attività di promozione della gioielleria di ricerca contemporanea portata avanti in quasi trent’anni da LAO – Le Arti Orafe Jewellery School, che coinvolge i principali protagonisti dell’oreficeria internazionale. www.preziosa.org

I 5 artisti scelti per la realizzazione di questa retrospettiva di PREZIOSA YOUNG sono: Daniel Di Caprio, Arata Fuchi, Adam Grinovich, Dana Hakim, Hanna Hedman.

Un’anteprima con alcuni lavori di questi artisti è stata presentata in occasione di Inhorgenta 2014, a Monaco di Baviera, dal 14 al 17 febbraio 2014.

Mar 17, 2014 - eleganza    No Comments

Firenze: Il gioiello nell’arte

A grande richiesta torna dal 26 marzo I mercoledì del gioiello nell’arte, il ciclo di conferenze sul gioiello come forma di espressione artistica organizzato da LAO – Le Arti Orafe Jewellery School in partenariato con Museo Marino Marini e OMA – Osservatorio per i Mestieri d’Arte dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e in collaborazione con la Fondazione FiorGen.

Le conferenze sono a cura di Maria Cristina Bergesio e, ad arricchire il programma di quest’anno, LAO ha invitato Philip Sajet e Xavier Ines Monclùs, due tra i numerosissimi artisti che negli anni scorsi hanno partecipato a PREZIOSA, evento espositivo internazionale organizzato da LAO.

Per quattro mercoledì alle 17.00 il Museo Marino Marini ospiterà gli incontri a ingresso gratuito su prenotazione, durante i quali Maria Cristina Bergesio offrirà una panoramica del ruolo del gioiello nell’arte, dall’antichità al Postmodernismo. I due artisti invitati interverranno a due di questi incontri, illustrando la loro personale visione dell’oreficeria contemporanea e presentando il loro lavoro, anche con l’esposizione di alcuni oggetti di loro creazione.

Le Creazioni dell’olandese Philip Sajet attraggono e confortano lo spettatore, ma nello stesso tempo indagano un aspetto sostanziale della gioielleria: l’attribuzione del valore. Nelle sue opere Sajet combina pietre e metalli preziosi con materiali di uso comune come vetro e smalti. Dopo la laurea ha proseguito il suo apprendistato presso il maestro padovano Francesco Pavan. Nel 2007 ha vinto il prestigioso Marzee Prize per il suo lavoro innovativo. Ha esposto le sue opere in numerose mostre personali e collettive in tutto il mondo e nell’estate del 2013 è stato fra i protagonisti della settima edizione di PREZIOSA, al Museo Marino Marini.

Sembrano dei giocattoli i gioielli di Xavier Ines Monclùs che, ispirandosi agli oggetti della vita quotidiana e dell’infanzia, ha creato un universo ludico popolato da invenzioni divertenti al limite della vestibilità, con evidenti ispirazioni dadaiste, surrealiste, costruttiviste e della Pop Art. Con argento, legno, bronzo, immagini laminate e molto colore Monclùs crea opere originali che stimolano gli osservatori a risvegliare la memoria e condividere la propria visione della vita. Nato a Barcellona nel 1966, ha preso parte ad esposizioni in gallerie e musei in Olanda, Spagna, Austria, Finlandia, Belgio, Svezia, Germania, Francia, Inghilterra, Svizzera, Giappone, Stati Uniti, Italia. Nel 2005 ha partecipato alla prima edizione di PREZIOSA che si è tenuta a Villa Bottini di Lucca.

Rispettivamente dal 24 al 28 marzo e dal 28 al 30 aprile gli artisti saranno anche i protagonisti di due workshop riservati agli studenti della scuola LAO – Le Arti Orafe.

 

Calendario degli incontri

26 marzo 2014 Incontrocon Philip Sajet “Desiderio e Avarizia”

9 aprile 2014 Maria Cristina Bergesio, conferenzaElogio del dettaglio
Il gioiello nell’arte. Dall’antichità al Rinascimento

30 aprile 2014 Incontro con Xavier Ines Monclùs “Narrative Jewellery”

21 maggio 2014 Maria Cristina Bergesio, conferenzaElogio del dettaglio
Il gioiello nell’arte. Dal Barocco al Postmodernismo

 

 

Mar 8, 2014 - eleganza    No Comments

Sant’Andrea di Còmpito (LU): Due mostre

Enrico Pace
mostra-camelie-villabottini-inaugurazione-70314  

 

 

 

 

 

 

Tutto pronto per l’edizione numero 25 della Mostra delle antiche camelie della Lucchesia.

E intanto arriva un interessante antipasto in salsa lucchese. Ieri, infatti, si sono inaugurate a Villa Bottini due mostre collegate alla pianta più celebre del Compitese, grazie alla collaborazione con Comune di Lucca, Opera delle Mura e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Si tratta della ottava mostra nazionale di pittura e disegno botanico e della mostra di pittura di Isabel Pacini, Cuore di camelie, curata da Marco Palamidessi.
La mostra di pittura e disegno botanico  è una collettiva di pittura botanica – un’antica disciplina che unisce i significati sia artistici che scientifici della natura – dei pittori Marta Materni, Marina De Palma, Irene Barkmann, Franca Urban, Simona Rinelli Ceradini, Mariachiara Salvadori e Giovanna Guzzardi.
La personale della giovane artista di origine belga, Isabel Pacini Cuore di Camelie si compone invece di 25 tele, una per ogni anno compiuto dalla mostra
Al vernissage sono intervenuti il vice sindaco di Capannori, Luca Menesini, il presidente del Centro Culturale Compitese, Augusto Orsi,  l’assessore alla cultura del Comune di Lucca, Alda Fratello, il presidente dell’Istituto Opera delle Mura Alessandro Biancalana
L’evento inaugurale delle mostre è stato allietato da un concerto del Laboratorio musicale La Rondine tenuto da  Francesca Nardi all’arpa ed Esther Todaro al flauto che hanno eseguito alcune delle arie più famose del Maestro Giacomo Puccini. Le mostre saranno aperte al pubblico fino al 30 marzo, con ingresso libero il mercoledì, giovedì e venerdì  dalle 15.30 alle 18 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 19.

 

Feb 28, 2014 - eleganza    No Comments

Lucca: Arti Orafe

Le Arti Orafe, scuola di oreficeria fondata a Firenze nel 1985, prosegue la sua collaborazione con FIORGEN Onlus partecipando con la mostra SILENZIO, OLTRE LA FORMA, DENTRO IL TEMPO alle iniziative che la Fondazione FiorGen organizza a Palazzo Guinigi a Lucca nella prossima primavera. Le manifestazioni sono inserite nel calendario dei festeggiamenti per il Cinquecentenario delle Mura di Lucca grazie al Presidente Alessandro Biancalana.

Dall’8 maggio al 6 giugno le sculture in marmo, plexiglass, ferro, acciaio e oro di Annamaria Zanella e Renzo Pasquale, esponenti della scuola orafa padovana conosciuti in tutto il mondo, insieme alle fotografie dell’artista tedesca Inea Gukema-Augstein, da cui le opere di Zanella e Pasquale traggono ispirazione e che immortalano l’imponente grandezza e il misticismo delle pietre trasformate in costruzioni architettoniche nell’antichità, animeranno le sale medievali di Palazzo Guinigi. La mostra, curata da Mirella Cisotto – Capo Settore Attività Culturali del Comune di Padova, esperta del gioiello contemporaneo, che da anni si dedica allo studio di questa forma d’arte – è già stata esposta all’oratorio di S. Rocco a Padova nei mesi di ottobre e novembre 2013 e successivamente a Monaco di Baviera.

 
                          Annamaria Zanella                                                                  Renzo Pasquale

Ad arricchire l’evento di Lucca, una importante selezione di gioielli dei due artisti Zanella e Pasquale, che, con un’innovativa ricerca espressiva e formale, realizzano trasgressive sperimentazioni di materiali poveri e improbabili o recuperano la pulizia armonica della geometria pura per creare opere di gioielleria rese preziose dalla loro unicità e dal gesto creativo e manuale che esprimono.

I gioielli saranno affiancati dai lavori di 5 giovani artisti-orafi, selezionati tra i partecipanti dal 2008 al 2012 del concorso dedicato ai giovani designer PREZIOSAYOUNG, parte del progetto espositivo PREZIOSA, evento di punta dell’ampia attività di promozione della gioielleria di ricerca contemporanea portata avanti in quasi trent’anni da LAO – Le Arti Orafe Jewellery School, che coinvolge i principali protagonisti dell’oreficeria internazionale. www.preziosa.org

I 5 artisti scelti per la realizzazione di questa retrospettiva di PREZIOSA YOUNG sono: Daniel Di Caprio, Arata Fuchi, Adam Grinovich, Dana Hakim, Hanna Hedman.

Un’anteprima con alcuni lavori di questi artisti è stata presentata in occasione di Inhorgenta 2014, a Monaco di Baviera, dal 14 al 17 febbraio 2014.

Feb 28, 2014 - eleganza    No Comments

San Gimignano (SI): Lo zafferano

Nel Medioevo in Toscana sopraggiungevano da ogni dove per acquistare lo zafferano del contado fiorentino.
In Toscana si conservano documenti che attestano la sua coltivazione già dal 1258… le strade dove si svolgeva la maggior parte dei commerci erano varie, ma una su tutte la via Francigena…

San Gimignano era una delle città attraversate da questa strada e questo spiega il benessere raggiunto dalla città che vide un fiorire di attività e torri…

Oggi lo zafferano in Toscana si è concentrato prevalentemente nelle province di Siena specificatamente nel territorio di San Gimignano, i cui produttori hanno ottenuto il riconoscimento comunitario della Denominazione di Origine Protetta, ma anche in provincia di Grosseto, Arezzo e a Firenze che ultimamente ha riportato in auge la designazione “Zima di Firenze”.

... lo Zafferano

Nel Medioevo in Toscana sopraggiungevano da ogni dove per acquistare lo zafferano del contado fiorentino. In Toscana si conservano documenti che attestano la sua coltivazione già dal 1258... le strade dove si svolgeva la maggior parte dei commerci erano varie, ma una su tutte la via Francigena...

San Gimignano era una delle città attraversate da questa strada e questo spiega il benessere raggiunto dalla città che vide un fiorire di attività e torri…

Oggi lo zafferano in Toscana si è concentrato prevalentemente nelle province di Siena specificatamente nel territorio di San Gimignano, i cui produttori hanno ottenuto il riconoscimento comunitario della Denominazione di Origine Protetta, ma anche in provincia di Grosseto, Arezzo e a Firenze che ultimamente  ha riportato in auge la designazione “Zima di Firenze”.
Pagine:«1...78910111213...25»