Browsing "fotografia"
Apr 26, 2014 - fotografia    No Comments

Pietrasanta (LU): Roberto Kusterle

va alle ultime opere in cui unisce lo scatto analogico alla post produzione digitale, fondendo due o piu’ immagini.

 

a cura di Claudio Composti e Libero Musetti

La mostra “Roberto Kusterle: Antologica” rende omaggio alla produzione fotografica dell’ultimo decennio di uno degli artisti tra i più conosciuti e ri-conosciuti in Italia.

Goriziano, classe 1948, Roberto Kusterle è stato vincitore del “Premio Spilimbergo” 2012 e di altri riconoscimenti a carattere nazionale ed internazionale ed ha all’attivo anche mostre, fra le altre, in Slovenia, Bruxelles e New York.

Partendo dalla serie “Anakronos”, che lo ha reso celebre per i mondi onirici che creava come veri e propri set, con personaggi e sculture senza ritocco digitale, si arriva alle ultime opere in cui unisce lo scatto analogico alla post produzione digitale, fondendo due o più scatti. Sono in esposizione anche opere della serie “Segni di Pietra” con cui ha vinto il prestigioso “Premio Spilimbergo” nel 2012, ospitate anche presso il Museo Poldi Pezzoli di Milano nella collettiva dedicata alle “Wunderkammer”. La mostra ricrea, attraverso un percorso nelle diverse stanze del Palazzo, un piccolo viaggio nei mondi onirici di Kusterle, mantenendo inalterata la sua poetica e visionarietà: un amore per l’Uomo e la Natura, in un’auspicabile fusione tra queste due entità che, alla fine, si appartengono inevitabilmente.

Prima dell’inaugurazione, sabato 26 aprile 2014, alle ore 17.30, Roberto Kusterle presenterà, presso il salone “Annunziata” del Chiostro di Sant’Agostino, il suo ultimo libro fotografico “Abissi e basse maree”. La mostra è un’iniziativa dell’Assessorato alla Cultura, del “Gruppo Fotografico Iperfocale” di Pietrasanta e della “mc2gallery” di Milano, con il patrocinio della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche.

Il “Gruppo Fotografico Iperfocale”, nato nel 2013 ed ospite della Croce Verde di Pietrasanta (LU), promuove e diffonde la fotografia in tutte le sue forme attraverso l’organizzazione di mostre, incontri culturali e corsi formativi. Iscritto alla Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, allestisce e pubblicizza importanti esposizioni di autori di fama internazionale. Il Presidente del G.F. Iperfocale è Libero Musetti, Benemerito della Fotografia Italiana, ideatore e direttore artistico, dal 2004 al 2011, di “Seravezza Fotografia” e di altre importanti manifestazioni artistiche e culturali, con all’attivo anche numerosi cataloghi e pubblicazioni.

La “mc2gallery” di Milano, il cui direttore artistico è Claudio Composti, ha collaborazioni, fra le altre, con famose gallerie d’arte e gli artisti da loro rappresentati hanno esposto le loro opere in importanti musei internazionali. Numerose anche le mostre e le pubblicazioni curate.

Palazzo Panichi
via del Marzocco n. 2/angolo Piazza del Duomo Pietrasanta
mercoledì – venerdì 16.00/19.30sabato – domenica 10.00/13.00 e 16.00/19.30
Ingresso libero

undo

Apr 25, 2014 - fotografia    No Comments

Pietrasanta (LU): Roberto Kusterle

Pietrasanta (LU) – dal 26 aprile al primo giugno 2014
Roberto Kusterle: antologica

 

Galatea
 
PALAZZO PANICHI

Via Marzocco 2 (55045)
Ang. Piazza Duomo
 
 
 
 

La mostra rende omaggio alla produzione fotografica dell’ultimo decennio di uno degli artisti tra i più conosciuti e ri-conosciuti in Italia

orario: mercoledì/venerdì 16.00/19.30 | sabato- domenica 10.00/13.00 e 16.00/19.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 26 aprile 2014. ore 17.30
autori: Roberto Kusterle
note: Prima dell’inaugurazione, sabato 26 aprile 2014, alle ore 17.30, Roberto Kusterle presenterà, presso il salone “Annunziata” del Chiostro di Sant’Agostino, il suo ultimo libro fotografico “Abissi e basse maree”
genere: fotografia, personale
email: cultura@comune.pietrasanta.lu.it

exibart

Apr 24, 2014 - fotografia    No Comments

Prato: Pantani / Surace

a cura di Alba Braza

La responsabilità dei cieli e delle altezze
Pantani-Surace.
La responsabilità dei cieli e delle altezze parte dall’idea di Pantani-Surace, Lia Pantani e Giovanni Surace, che la piazza non appartiene al luogo ma a coloro che la vivono e perciò sarà proprio lì, in piazza, e insieme a loro, i residenti/partecipanti, che il giorno 24 aprile, si svolgerà l’azione di produzione del messaggio collettivo proposto dagli artisti: “ti amo”. Sebbene questo messaggio sia ormai diventato una caratteristica del loro lavoro, questa volta sarà scritto in cinese, 我愛你, usando la tecnica della xilografia e con la collaborazione di chi, transitando nella piazza sarà invitato a partecipare a questa azione: saranno i loro piedi a produrre la stampa di ognuno dei tre ideogrammi che compongono ti amo e diventeranno anche protagonisti e conduttori sottili di altri modelli possibili di convivenza. Tutte e tre gli elementi stampati su carta verranno affissi sulle pareti di alcuni edifici di Piazza dell’Immaginario.

Portare l’arte altrove, fuori dai luoghi ad essa dedicati è un’operazione che conduciamo ormai da vari anni, con diverse modalità. Con Spread in Prato, progetto iniziato nel 2002 curato da Pier Luigi Tazzi, l’arte ha incontrato la città collocandosi in fabbriche, esercizi commerciali, uffici, abitazioni e infine è ritornata nei luoghi del potere.

Questa volta l’arte esce da ogni tipo di spazio chiuso, per andare in piazza, sulle pareti esterne degli edifici di abitazioni e negozi. Incontra i passanti e gli abitanti di una zona della città adiacente al centro storico, piena di vita, contraddizioni, segni, carica di un immaginario che pare dividere la città quasi in parti contrapposte.

Ancora una volta per un determinato periodo di tempo opere d’arte entrano a far parte del quotidiano di un gran numero di persone e il quotidiano di queste persone sarà visibile forse per la prima volta dai frequentatori del mondo dell’arte e in questa occasione, come non abbiamo mai fatto, sarà interessante andare ad indagare la relazione fra le opere installate e il contesto in cui sono inserite e le mutazioni che in questo contesto si sono manifestate.

Pantani-Surace
Lia Pantani e Giovanni Surace collaborano dal 1996 e insegnano all’ Accademia di Belle Arti di Firenze.Tra le diverse partecipazioni: Working Insider, Stazione Leopolda, Firenze; Allineamenti, Trinitatiskirche, Colonia; Mobili, Nosadella due, Bologna; Una giornata particolare, luogo delle possibilità, Teatro Sant’Andrea, Pisa; Au Pair, coppie di fatto nell’arte contemporanea, Fondazione MalvinaMenegaz per le Arti e le Culture, Borgo Medievale di Castelbasso, Teramo; Start Point, Sun Studio 74rosso, Firenze. Tra le mostre personali: Se la memoria mi dice il vero, Certosa Monumentale di Calci, Pisa; Non spiegatemi perché la pioggia si trasforma in grandine galleria nicolafornello, Prato; Ti amo, Galleria Madder 139, Londra; The other party (who’s next, dovrebbe piovere su di voi e non su di me) Galleria Die Mauer e Mura di cinta via Pomeria (giardino d’infanzia), Prato.

Inaugurazione Piazza dell’Immaginario venerdì 30 maggio

Gabriele Basilico, Andrea Abati, Bleda y Rosa, Pantani-Surace, R.E.P. Revolutionary Experimental Space
Piazza dell’Immaginario è il secondo progetto, dopo Giardino Melampo (Andrea Abati, 2012/2013), che nasce nell’ambito di Mandela Garden, un’idea lanciata da una residente del quartiere che ci “ospita”: costruire giardini in luoghi dimenticati.

Piazza dell’Immaginario è la prima tappa di un percorso che si allargherà fino a diventare una vera e propria galleria all’aperto.
Piazza dell’Immaginario è promossa da Comune di Prato, ASM Ambiente Servizi Mobilità e Circolo Curiel in collaborazione con Centro Per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Associazione Cinese di Li Shui, Associna.

Dryphoto Arte Contemporanea 3 – Piazza dell’Immaginario
via Pistoiese, 142/146 Prato

undo

Apr 21, 2014 - fotografia    No Comments

Lucca: Fotografare l’aldilà

Mercoledì 23 aprile alle ore 21.15 a Palazzo Pfanner si terrà un’interessante serata con il giornalista Lorenzo Abbate che affronterà il tema medianità e spiritismo da un’angolazione molto curiosa e particolare: la fotografia.

Dall’invenzione della fotografia, le cronache giornalistiche e la letteratura hanno dato voce a molti “fotografi dell’impossibile”, gli sperimentatori che hanno cercato di fotografare l’aldilà, con più o meno successo. Il relatore, fotografo professionista, presenterà una insolita rassegna fotografica delle immagini più controverse con un’analisi delle prove fotografiche prodotte dai sostenitori dello spiritismo in quasi due secoli di attività, e ci svelerà alcuni trucchi fotografici usati per ingannare l’occhio.

INFO: Fabio 3288375214 – sezione.lucca@gmail.com

Apr 19, 2014 - fotografia    No Comments

Capalbio (GR): VI PHC-CapalbioFotografia

a cura di Marco Delogu 
La sesta edizione di PHC-capalbiofotografia presenterà oltre 100 opere tra stampe e fotolibri attraverso i lavori di Ballen, Branzi, Delogu, Farrell, Fusco, Ghirri, Killip, Iturbide, McCullin, Plossu, Rio Branco, e molti altri.

Le opere presentate saranno in realtà suddivise in due “scacchiere” da 64 e 25 pezzi. Prendendo in prestito Il giro del cavaliere, un problema di ordine logico-matematico (utilizzato da Perec, Queneau e Calvino membri del gruppo Oulipò)

La prima scacchiera, più ampia e composta da 64 opere (come la classica scacchiera 8×8), vedrà alternarsi le opere ed i libri in modo allo stesso tempo ordinato e confuso, attraverso il percorso ideale di una narrazione che rimetterà in ordine questo puzzle, non sempre in modo così ovvio.

La seconda scacchiera, più piccola e composta da 25 pezzi, sarà invece tematica: i cavalli

Questa edizione del festival nasce quindi soprattutto all’insegna della partecipazione del pubblico stimolato a interagire direttamente all’interno dell’allestimento.

Artisti:
Roger Ballen, Piergiorgio Branzi, Marco Delogu, David Farrell, Paul Fusco, Luigi Ghirri, Pieter Hugo, Chris Killip, Graciela Iturbide, Sally Mann, Don McCullin, Bernard Plossu, Miguel Rio Branco, Tazio Secchiaroli, Dimitri Angelini, Filippo Chia, Francesco Fossa, Eli Geller, Manfredi Gioacchini, Simone Mauro, Francesco Minucci.

www.capalbiofotografia.com

Produzione Associazione Culturale Il Frantoio
Organizzazione PhC, Associazione Culturale il Frantoio
Maria Concetta Monaci mc.monaci@hotmail.it info:+39 3357504436

Ringraziamenti
ENEL SPA

Galleria Il Frantoio
via Renato Fucini, 10 Capalbio (GR)
venerdi / domenica ore 18,30/23,00- lunedi, mercoledì, giovedi su appuntamento
Chiuso martedì e mercoledì

undo

Apr 17, 2014 - fotografia    No Comments

Firenze: Campo magnetico

Firenze – dal 17 al 24 aprile 2014
Campo magnetico

 

 
 
F_AIR – FLORENCE ARTIST IN RESIDENCE

Via San Gallo 45r (50129)
fair@fua.it
www.fair.palazziflorence.com
 
 
 
 

La mostra riunisce quattro giovani al termine del loro percorso formativo specialistico in fotografia intrapreso a DIVA, la scuola di Digital Imaging and Visual Arts di Florence University of the Arts.

orario: lun. – giov. dalle 15.00 alle 17.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 17 aprile 2014. 18.00
curatori: Lucia GiardinoSimone Pierotti
autori: Victoria HalebaValeriya KuzmitskayaLiu Shang-WeiOnur Özen
genere: fotografia, collettiva

exibart

Apr 15, 2014 - fotografia    No Comments

Lucca: Interpreta il paesaggio

 

La Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti organizza il concorso fotografico “Interpreta il paesaggio toscano”, rivolto a giovani fotografi amatoriali dai 13 ai 25 anni compiuti.

Il concorso è organizzato a margine della mostra “Umberto Prencipe e la Toscana. Tra tradizione e modernità”, in programma presso la Fondazione fino al 22 Giugno 2014. L’esposizione testimonia quanto intenso e fecondo sia stato il rapporto dell’artista con la lucchesia e la Toscana: nella campagna, nelle marine, nelle paludi e nei laghi, nelle piazze cittadine, il pittore ricercò e trovò corrispondenze con il proprio mondo interiore, le forme simboliche ideali per esprimere la propria condizione esistenziale.

Ai partecipanti del concorso è richiesto di interpretare il paesaggio toscano con una fotografia che si attenga allo stile intimista e simbolista dell’artista per questo, prima di iniziare a scattare, è richiesto di visitare la mostra per meglio comprendere lo stile di Prencipe.

Dopo la registrazione presso la biglietteria (l’ingresso alla mostra è gratuito), sarà possibile inviare da martedì 15 aprile fino alle ore 24 di venerdì 30 maggio 2014 una foto (di dimensione non superiore a 5 MB) via mail all’indirizzo fondazioneragghianti@gmail.com con una breve descrizione del luogo ritratto e del sentimento che esprime. Le più belle saranno condivise su Facebook e Twitter con il tag dedicato #paesaggiotoscano.

Una giuria composta da due membri della Fondazione Ragghianti, da due fotografi lucchesi, Beatrice Speranza ed Enrico Stefanelli questo ultimo anche direttore artistico del Festival Photolux e da un esperto di comunicazione, valuterà la foto più meritevole secondo criteri di aderenza allo stile d’immagine, di valore estetico e di creatività.

In palio per il vincitore una gift card del valore di 1000 euro e un buono del valore di 10 euro per la stampa di fotografie, entrambi spendibili in tutti i punti vendita MediaWorld e sul sito Media World Compra on-line.

@LoSchermo

Pagine:«1...6789101112...34»