Browsing "grane musica"
Mar 26, 2015 - grane musica    No Comments

Porcari (LU): Bruno Canino

 

E’ in programma domenica 29 marzo alle 17 presso l’Auditorium Vincenzo Da Massa Carrara a Porcari il concerto di Bruno Canino al pianoforte e Paolo Ardinghi al violino. Saranno eseguite le musiche di Bach, Mozart e Prokofiev. Questo è il secondo dei concerti dedicati alla musica classica e la presenza di questi due grandi musicisti è un onore per il teatro.

Canino, infatti, sarà a Porcari dopo un tour che lo ha visto di scena in molte città italiane europee e non solo: Madrid, Milano, Roma, Fiesole, Chiavari, Milano e a Singapore insieme ad Uto Ughi.

E’ questa l’occasione anche per promuovere il Primo Concorso Musicale Città di Porcari riservato agli alunni della Scuola Secondaria di primo Grado, un’iniziativa, la prima nel territorio porcarese, che rappresenterà un fiore all’occhiello per la comunità.

Questa potrà realizzarsi grazie alla coesione fra la Fondazione Cavanis e l’Amministrazione Comunale capeggiata dal sindaco Alberto Baccini che da subito si è dimostrato entusiasta del progetto.

 

Mar 14, 2015 - grane musica    No Comments

Altopaascio (LU): Salotto romantico

 

La musica da camera dell’800 protagonista in un concerto ad ingresso libero dal titolo:“Salotto Romantico”. L’appuntamento, grazie al Comune di Altopascio, è per domenica 15 marzo marzo alle 21, nella Sala Comunale dei Granai (in piazza degli Ospitalieri) di Altopascio.

L’iniziativa rientra nell’ambito della stagione musicale dell’XI edizione del Cantiere della Musica, organizzato dalla Flam (Federazione lucchese delle associazioni musicali), con il contributo della Fondazione Banca del Monte di Lucca e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e il sostegno della Provincia e del Comune di Lucca.

Il programma prevede l’esecuzione di musiche di Rossini, Doninzetti e Bellini per ricreare l’atmosfera di uno di quei salotti in cui l’intrattenimento musicale aveva preso piede alla fine dell’800. Un clima suggestivo frutto della partecipazione del coro femminile della Corale “Pietro Mascagni” di Livorno, una delle corali amatoriali più antiche d’Italia, fondata nel 1887. Insieme a loro le due soprano Elena Fioretti e Francesca Scarfi e il baritono Paolo Morelli. Al pianoforte il maestro Giorgio Maroni, direttore del coro.

L’esecuzione mette in evidenza come l’Italia sia stata la patria del melodramma e dell’opera lirica. La società bene di ogni città soleva riunirsi in salotti dedicati alle arti e alla musica, con l’esecuzione di brani delle opere in voga in quel momento: romanze espressamente composte dai grandi operisti, ma adatte agli spazi ridotti delle case nobiliari.

 

Mar 13, 2015 - grane musica    No Comments

Lucca: Pietro De Maria

 

Si chiude con le meravigliose Variazioni Goldberg la stagione cameristica dell’Associazione Musicale Lucchese. Domenica 15 marzo alle ore 17 nella bellissima chiesa di Santa Maria dei Servi il pianista Pietro De Maria eseguirà, per la prima volta nella sua carriera, uno dei capolavori assoluti di Johann Sebastian Bach, un’opera che insieme all’Arte della fuga costituisce il vertice delle sperimentazioni del compositore tedesco.

De Maria inizia proprio dalla nostra città la tournée dedicata a questa opera di Bach che nei prossimi mesi lo vedrà ospite dei più importanti teatri italiani. Per parlare delle Variazioni Goldberg riportiamo ciò che scrisse il pianista Gleen Gould in occasione del suo concerto a Roma nel gennaio del 1998:«È una musica che non conosce né inizio né fine, una musica senza un vero punto culminante e senza una vera risoluzione. Essa ha quindi un’unità che le viene dalla percezione intuitiva, un’unità che nasce dal mestiere e dalla rigorosità, che è ammorbidita dalla sicurezza di una maestria consumata e che qui si rivela a noi, come avviene tanto raramente in arte, nella visione di un disegno inconscio che esulta su una vetta di potenza creatrice».

Premio della Critica al Concorso Tchaikovsky di Mosca nel 1990, Pietro De Maria ha ricevuto il Primo Premio al Concorso Internazionale Dino Ciani – Teatro alla Scala di Milano (1990) e al Géza Anda di Zurigo (1994). Nel 1997 gli è stato assegnato il Premio Mendelssohn ad Amburgo. La sua intensa attività concertistica lo vede solista con importanti orchestre e con direttori quali Roberto Abbado, Gary Bertini, Myung-Whun Chung, Vladimir Fedoseyev, Daniele Gatti, Alan Gilbert, Eliahu Inbal, Marek Janowski, Ton Koopman, Ingo Metzmacher, Gianandrea Noseda, Sándor Végh.

Ha studiato con Giorgio Vianello e Gino Gorini a Venezia e con Maria Tipo al Conservatorio di Ginevra. Il suo repertorio spazia da Bach a Ligeti ed è il primo pianista italiano ad aver eseguito pubblicamente l’integrale delle opere di Chopin in sei concerti. L’integrale è stata registrata per la DECCA e ha ricevuto importanti riconoscimenti dalla critica internazionale, tra cui Diapason, International Piano e Pianiste. Dal 2011 si dedica a un progetto bachiano che prevede l’esecuzione dei due libri del Clavicembalo ben Temperato e ora lo vede impegnato con le Variazioni Goldberg.

Il costo del biglietto per la Cameristica è 12 euro (ridotto 10 euro). I ragazzi fino a 14 anni entrano gratis. Si consiglia di recarsi all’auditorium almeno 30 minuti prima dell’inizio del concerto. Per informazioni Associazione Musicale Lucchese 0583/469960.

@loschermo

Mar 4, 2015 - grane musica    No Comments

Firenze; Agli Amici della Musica

 

Sabato 7 Marzo (ore 16), al Teatro della Pergola, torna il pianista inglese Paul Lewis, formatosi sotto la guida di Alfred Brendel e oggi presente nelle sale da concerto più importanti del mondo. E di particolare significato è il programma scelto per quest’atteso ritorno: dopo Schubert, affrontato con successo nelle passate stagioni degli Amici della Musica, Paul Lewis interpreterà stavolta Beethoven, le sue ultime tre Sonate opp.109, 110 e 111, indiscutibili capolavori dove il gioco fra fantasia e rigore pare trasfigurareun modernissimo percorso musicale nella contemplazione di un puro ideale. E proprio di Beethoven Paul Lewis è considerato oggi uno dei migliori interpreti: anche le sue incisioni, dedicate alle Sonate e ai Concerti, gli hanno fatto ottenere un unanime consenso internazionale, culminato poi quando Lewis è stato invitato ai BBC Proms per suonare tutti i cinque concerti in un’unica volta, primo pianista a farlo nella storia del celebre festival londinese. Paul Lewis suona spesso al fianco di direttori come Haithink, Harding, Nelsons, e tiene recital alla Royal Festival Hall, alla Philharmonie di Berlino, al Konzerthaus di Vienna. Insieme alla moglie, la violoncellista norvegese Bjorg Lewis, è direttore artistico di Midsummer Music, un festival annuale di musica da camera nel Buckinghamshire, in Inghilterra.

 

Un suggestivo viaggio seguendo le tracce della Follia e del Canario, antiche danze popolari dalla semplicità ipnotica e dalle origini che si perdono nella notte dei tempi, per ripercorrere un variegatissimo panorama musicale, fra Spagna, Italia, Scozia e numerosi altri luoghi dove quei ritmi si sono nel tempo diffusi, rigenerandosi ogni volta in nuove espressioni musicali: è il programma Folias & Canarios, che viene proposto dal celeberrimo e carismatico Jordi Savall, nell’atteso concerto di Domenica 8 Marzo, al Saloncino del Teatro della Pergola (ore 21), unico appuntamento italiano di questo periodo. Guidato dalla sua insaziabile curiosità

Feb 14, 2015 - grane musica    No Comments

Lucca: Il Barbiere di Siviglia

 

LUCCA, 13 febbraio – Domani (sabato 14 alle 20.30) e domenica 15 febbraio (alle 16) arriva al Teatro del Giglio l’attesissimo Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, nel nuovo allestimento del progetto Opera Studio 2014, coprodotto dal Teatro Goldoni di Livorno, dal Teatro del Giglio di Lucca, dal Teatro Verdi di Pisa, e dal Teatro Coccia di Novara.

Sarà un Barbiere dal taglio rockabilly, che farà sognare e divertire: rispettoso della dimensione giocosa e del sapore spagnolo della partitura, esalterà la vivace macchina teatrale al cuore della drammaturgia musicale rossiniana. I giovani talentuosi interpreti sono coloro che hanno completato con successo l’impegnativo percorso di formazione e selezione previsto dal progetto Opera Studio: Alfonso Zambuto e Federico Buttazzo saranno il Conte d’Almaviva; Bartolo è interpretato da Diego Savini e Davide Franceschini; Laura Verrecchia e Alessia Martino saranno Rosina, mentre interpreteranno Figaro Carlo Checchi e William Hernandez. Don Basilio è per Eugenio Di Lieto e José Gabriel Morera (interpreti anche del ruolo del Notaio). Lucia Conte e Simona Marzilli saranno Berta, mentre Lorenzo Malagola Barbieri e Massimiliano Svab interpretano il ruolo di Fiorello;  Andrea Gambuzza è Ambrogio e Federico Cucinotta un ufficiale.

La regia è affidata ad Alessio Pizzech, che ha saputo incanalare con efficacia l’energia dei giovani interpreti, per uno spettacolo pieno di una gioiosa verve; la scenografia è di Pier Paolo Bisleri, che cura anche i costumi, portando sul palco una modernità eccentrica ma affezionata alla tradizione. Direttore d’orchestra Nicola Paszkowski,.

loschermo

Feb 4, 2015 - grane musica    No Comments

Firenze: Agli Amici della Musica

Ha conosciuto un momento di straordinaria popolarità quando ha suonato in pubblico le Variazioni Goldberg di Bach a pochissimi giorni dal parto, interpretazione che è poi approdata ad un cd registrato dal vivo. Di Bach è considerata una delle maggiori interpreti, e ora la pianista Maria Perrotta fa il suo debutto nelle stagioni degli Amici della Musica presentando proprio le Variazioni Goldberg, supremo capolavoro di fantasia e scienza, nell’appuntamento di Sabato 7 Febbraio (ore 16), al Teatro della Pergola.

Originaria di Cosenza ma cittadina di Parigi, diplomata a Milano con Edda Ponti, perfezionatasi all’Accademia Pianistica di Imola con Franco Scala e a quella di Santa Cecilia di Roma con Sergio Perticaroli, Maria Perrotta ha al suo attivo la vittoria in molti concorsi internazionali, fra i quali il prestigioso Concorso Internazionale Shura Cherkassky (2008). Nel 2004 si è imposta al Concorso J.S. Bach di Saarbrücken, in Germania, che l’ha imposta sulla scena pianistica internazionale. “Il suono è sgranato, la tecnica è clavicembalistica, il disegno formale è nitido: se continua così, Maria Perrotta, sembra destinata a diventare la Rosalyn Tureck italiana”, ha scritto di lei Enrico Girardi sul “Corriere della Sera”. Fra gli interpreti di Bach oggi, Maria Perrotta ha confessato di amare in particolare Murray Perahia ed Angela Hewitt, ma a far scoccare la scintilla, soprattutto per le Goldberg, è stata la leggendaria registrazione di Glenn Gould.

 

 

Feb 4, 2015 - grane musica    No Comments

Borgo San Lorenzo /FI): Mozart e Beethoven in Mugello

Grande attesa a Borgo San Lorenzo per il quarto appuntamento della stagione lirico-sinfonica in programma presso il Teatro Giotto.

Sul bel palco del teatro borghigiano saliranno la Corale “Santa Cecilia 1909” e l’Orchestra “Camerata de’ Bardi”. All’Orchestra si aggiungeranno due componenti borghigiani che già hanno “duettato” in altre occasioni ovvero il parroco, Don Maurizio Tagliaferri, col suo violino e Giovanni Bettarini, ex sindaco, al clarinetto. Tutti sotto l’attenta direzione del Maestro Andrea Sardi.

E con loro, dopo il successo del violino solista di Domenico Pierini, che il pubblico ha potuto ascoltare nell’esecuzione delle Quattro stagioni di Antonio Vivaldi dello scorso 22 gennaio, sarà la volta del pianista solista Alessio Cioni, empolese, vincitore di numerosi premi a livello internazionale.

Il ricco programma prevede il Concerto per pianoforte e orchestra n. 9 in Mi b Maggiore “Jeunehomme” del salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart e nella Fantasia op. 80 in Do minore per pianoforte, coro e orchestra di Ludwig van Beethoven, il Preludio dal Te Deum di Marc-Antoine Charpentier, l’Ouverture dall’opera Così fan tutte di Mozart e l’Ouverture Coriolano di Beethoven.

Grande richiesta di biglietti già in prevendita che lasciano prevedere, anche per quest’ultimo appuntamento della stagione, un tutto esaurito.

 

 

UFFICIO STAMPA

Comune di Borgo San Lorenzo

Periscopio Comunicazione

stampa@comune.borgo-san-lorenzo.fi.it

Gen 17, 2015 - grane musica    No Comments

Lucca: La fortuna di suonare Brahms

Due giovani musicisti di assoluto talento, Lorenza Borrani e Matteo Fossi, e la musica di Brahms saranno i protagonisti del secondo concerto della stagione cameristica, in programma domenica 18 gennaio alle 17 nell’auditorium dell’Istituto “Boccherini”. In programma la Sonata in sol maggiore n. 1, op. 78, laSonata in la maggiore n. 2, op.,100 e la Sonata in re minore n. 3, op.108 di Brahms.

«Si possono fare tante riflessioni sul valore di affrontare un ciclo di Sonate – scrivono Borrani e Fossi nelle note di presentazione del loro concerto –, ma ciò su cui ci vogliamo soffermare va oltre tutto questo. È una riflessione più personale e più ingenua che a volte si tralascia di esprimere perché si dà per scontata. Ci riferiamo alla fortuna pazzesca che si prova ad avere la possibilità di ritrovarsi dentro alla bellezza di questa musica».

I due musicisti toscani saranno i protagonisti anche del primo appuntamento di“Musica ragazzi”, la stagione di concerti e incontri curata da Carla Nolledi e dedicata all’educazione musicale delle nuove generazioni. La mattina di lunedì 19 gennaio alle 10,30 all’auditorium dell’istituto “Boccherini”, infatti, incontreranno i bambini delle scuole (ma l’incontro è aperto a chiunque voglia parteciparvi) per raccontare le loro entusiasmanti “biografie musicali” e il loro rapporto con la musica di Brahms.

Nata a Firenze nel 1983, Lorenza Borrani si esibisce come spalla, direttore, solista e camerista nelle sale e nelle stagioni più importanti in Europa e nel mondo. Negli ultimi anni ha suonato come solista con la Philarmonie di Berlino, il Festival di Edinburgo, La Philarmonie di Colonia, La Citè de la Musique di Parigi, la Hercules Hall di Monaco. Nel 2007 ha fondato il progetto Spira mirabilis, un laboratorio di studio per musicisti professionisti grazie al quale ha sviluppato la passione nei confronti dell’esecuzione del repertorio classico su strumenti originali.

Lorenza Borrani da sempre suona in duo con Matteo Fossi (Firenze, 1978) che ha studiato alla Scuola di Musica di Fiesole sotto la guida di Tiziano Mealli per poi perfezionarsi con Maria TipoPier Narciso Masi e Maurizio Pollini. Molto attivo come concertista fin da giovanissimo, è ormai considerato uno dei principali cameristi italiani. Il Duo si è diplomato sotto la guida di Masi all’Accademia di Imola“come migliore formazione in assoluto dell’ultimo decennio”, distinguendosi anche nei più importanti concorsi internazionali.


@LoSchermo

Pagine:1234567...34»